Aci Sant'Antonio, aperti i “cantieri di lavoro” nelle strade - QdS

Aci Sant’Antonio, aperti i “cantieri di lavoro” nelle strade

redazione

Aci Sant’Antonio, aperti i “cantieri di lavoro” nelle strade

giovedì 03 Settembre 2020 - 00:00

Dopo lo stop forzato imposto dall’emergenza sanitaria e dal conseguente lockdown stanno lentamente prendendo il via le attività annunciate immediatamente prima della chiusura dettata dal Coronavirus.

Ieri mattina sono iniziati i lavori su parte di via Aldo Moro, cioè la circonvallazione che abbraccia il centro di Aci Sant’Antonio: annunciati a febbraio, i cantieri di lavoro numerati 384/CT e 383/CT, finanziati per un importo di oltre duecentomila euro su base delle istanze presentate lo scorso anno dal Comune di Aci Sant’Antonio all’Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro, vedono adesso la luce.

Sono trenta i lavoratori coinvolti, quindici per cantiere: quello che si apprestano a realizzare è un intervento di manutenzione straordinaria che vedrà il ripristino del manto stradale e dei bordi della strada, e che, rispettivamente per cantiere, va dalla rotatoria di via Marchese di Casalotto all’incrocio con via Giovanni Gentile, e dall’incrocio con via Giovanni Gentile all’incrocio con via Nicola Maugeri.

“Eravamo già intervenuti sulla circonvallazione, per un tratto più a monte e, come in questo caso, da una rotatoria all’altra – ha dichiarato il sindaco Santo Caruso – e adesso anche questa parte, che necessita di un intervento, verrà rimessa a nuovo, e verosimilmente prima della stagione invernale, che spesso mette a dura prova la tenuta delle nostre strade”.

“Sono lieto – ha continuato – del fatto che trenta disoccupati potranno trarre un po’ di respiro grazie a questo che è stato un intervento da noi fortemente voluto: in un periodo storico così difficile sotto l’aspetto sociale ed economico tutto questo assume una valenza doppia”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684