Adrano, lite per i confini tra terreni finisce a coltellate: arrestato un 66enne

Adrano, lite per i confini tra terreni finisce a coltellate: arrestato un 66enne

web-mp

Adrano, lite per i confini tra terreni finisce a coltellate: arrestato un 66enne

web-mp |
sabato 24 Settembre 2022 - 09:54

I Carabinieri hanno rintracciato l’aggressore in casa, dove lo hanno trovato con la maglietta ancora sporca di sangue ed in possesso del coltello appena utilizzato

Nella mattinata di ieri un cittadino 66enne di Adrano si è presentato presso il Comando Stazione dell’Arma dei Carabinieri per chiedere aiuto.

Il soggetto, che recava vistose ferite da taglio in diverse parti del corpo e in particolare al collo e al volto, è stato immediatamente soccorso dai Carabinieri, che hanno subito chiamato un’ambulanza per farlo trasportare presso l’ospedale di Biancavilla.

La ricostruzione

Tutelata l’incolumità della vittima, i militari hanno quindi proceduto ad un’immediata ricostruzione dei fatti, da cui è emerso che l’uomo, proprietario di alcuni appezzamenti in contrada Irveri del Comune di Adrano, poco prima aveva avuto un diverbio con il padrone dei terreni attigui, un 66enne di Biancavilla, per questioni relative ai confini dei fondi.

La discussione per i confini dei fondi culmina in un accoltellamento

La discussione si era però tramutata in una vera e propria lite, al termine della quale quest’ultimo aveva sferrato con un coltello da cucina diversi fendenti contro il vicino.

Le indagini

I Carabinieri, svolte le necessarie indagini, hanno quindi rintracciato l’aggressore presso la sua abitazione, dove lo hanno trovato con la maglietta ancora sporca di sangue ed in possesso del coltello appena utilizzato.

L’arresto del 66enne per tentato omicidio

Il 66enne è stato quindi posto tratto in arresto in flagranza del reato di “tentato omicidio aggravato” e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ha convalidato l’arresto e disposto la misura della custodia cautelare presso la casa circondariale di Noto.

Il ferito è stato immediatamente dimesso dall’ospedale di Biancavilla, con una prognosi di 10 giorni.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001