Agrigento, un percorso fra storia e natura sui binari delle antiche ferrovie - QdS

Agrigento, un percorso fra storia e natura sui binari delle antiche ferrovie

redazione

Agrigento, un percorso fra storia e natura sui binari delle antiche ferrovie

martedì 22 Marzo 2022 - 09:14

Dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia da Covid-19, è stato organizzato per domenica 3 aprile un nuovo momento d’incontro sulla linea a scartamento ridotto Castelvetrano-Agrigento

AGRIGENTO – La valorizzazione delle ferrovie dismesse della Sicilia come un’opportunità per sviluppare il turismo. È in programma per domenica 3 aprile una Giornata dedicata alle ferrovie dimenticate sulla cessata linea a scartamento ridotto Castelvetrano–Agrigento, nel tratto compreso tra le stazioni di Cattolica Eraclea e Montallegro.

L’evento è organizzato dalle associazioni Ferrovie Kaos e Ael–stazione di Agrigento Centrale, in collaborazione con Rete ferroviaria italiana, Legambiente e altri numerosi enti del territorio. Come nelle passate edizioni, sarà possibile trascorrere un’intera giornata a contatto con la natura, sulle tracce dell’antica linea a scartamento ridotto, tra paesaggi mozzafiato e splendidi manufatti di archeologia ferroviaria.

“Abbiamo pensato insieme agli amici ferrovieri dell’associazione Ael – ha spiegato il presidente di Ferrovie Kaos, Mauro Indelicato – di tornare a organizzare eventi del genere, dopo oltre due anni di emergenza sanitaria con il blocco delle attività in presenza. È stato scelto un tratto particolarmente affascinante della gloriosa linea a scartamento ridotto, nel punto in cui la stessa provenendo dall’interno si ricongiunge al mare attraversando lande desolate e di rara bellezza”.

“L’obiettivo della giornata – ha aggiunto Indelicato – è anche quello di sensibilizzare la nostra classe politica sulla necessità di ricostruire urgentemente una nuova linea a scartamento ordinario tra Agrigento e Castelvetrano in luogo della linea ridotta chiusa nell’ormai lontano 1986, oggi più che mai indispensabile per risollevare le sorti del turismo e dell’economia delle due province”.

Conoscere il territorio da un altro punto di vista

“Noi – ha affermato Stefano Mangione, presidente dell’associazione di ferrovieri di Agrigento Ael, acronimo di tre colleghi deceduti sul lavoro nel 2014 – insieme a ferrovie Kaos e con la collaborazione di Legambiente, abbiamo organizzato la Giornata delle ferrovie dimenticate per con l’obiettivo di offrire ai cittadini, e in particolare agli appassionati di walking e trekking della nostra provincia, la possibilità di conoscere il territorio da un altro punto di vista. La società Rete ferroviaria italiana, per l’occasione, ha messo in sicurezza tutto il percorso di circa sette chilometri, dando un fondamentale contributo alla ripresa delle attività sociali in presenza, a stretto contatto con la natura, attraversando il vecchio e affascinante percorso ferroviario dimenticato compreso tra le stazioni di Cattolica e Montallegro. Un percorso che racconta anche le grandi emigrazioni che hanno interessato la nostra provincia, quando nell’immediato dopoguerra, tanti conterranei da queste stazioni sono partiti alla volta del Nord Italia per trovare un lavoro”.

“Invitiamo i cittadini – ha concluso Mangione – a partecipare numerosi. Per noi sarà respirare aria pura e rivivere quei luoghi. Il programma prevede appuntamento alla stazione di Montallegro alle 8,30 per la registrazione dei partecipanti che, poco dopo, saranno accompagnati in bus fino alla stazione di Cattolica Eraclea. Alle 9,15 circa avrà inizio la camminata tra i binari della ex ferrovia. All’arrivo, alla stazione di Montallegro, chi lo vorrà potrà rifocillarsi presso alcuni corner food allestiti per l’occasione.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684