Albo agenzie del lavoro in crescita ma non si arresta la disoccupazione - QdS

Albo agenzie del lavoro in crescita ma non si arresta la disoccupazione

Michele Giuliano

Albo agenzie del lavoro in crescita ma non si arresta la disoccupazione

martedì 29 Ottobre 2019 - 00:00
Albo agenzie del lavoro in crescita ma non si arresta la disoccupazione

Aggiornamento della graduatoria, salgono a 223 le strutture certificate a cui si aggiungono i Cpi. Si tratta di soggetti autorizzati all'erogazione di Servizi per il Lavoro per incentivare l’occupazione

PALERMO – Come avviene periodicamente, è stata aggiornata la graduatoria delle strutture certificate per erogare servizi per il lavoro in Sicilia, per contrastare la disoccupazione e avvicinare il mondo del lavoro ai tanti che si trovano alla ricerca di una attività stabile.

L’ultimo elenco, appena pubblicato dall’assessorato regionale al Lavoro, conta 223 iscrizioni, a cui si aggiungono i diversi centri per l’impiego disseminati su tutto il territorio regionale, per un totale di 65 uffici. Poco meno di 300 quindi, i luoghi deputati alla ricerca attiva del lavoro.

Rispetto all’ultimo aggiornamento, di aprile 2019, un aumento dei numeri, che passano da 209 a 223, che segna il trend crescente degli ultimi anni: lo scorso anno ci si era attestati sui 205 enti iscritti, mentre appena tre anni prima erano 192 gli enti accreditati. Questi enti certificati avranno il compito di attuare le politiche finanziate da Unione Europea e Regione per cercare di riattivare il mercato del lavoro siciliano.

Particolare occhio di riguardo ai giovani, su cui i dati dicono chiaramente e impietosamente che le possibilità di trovare un lavoro sono ai minimi storici, a maggior ragione se si parla di lavoro stabile e ben retribuito. A questo scopo, le istituzioni regionali hanno cercato, negli ultimi anni, di configurare un modello di tipo complementare a doppio canale, che prevede la cooperazione tra i Centri per l’Impiego e gli operatori accreditati iscritti nell’elenco regionale degli operatori per i servizi al lavoro. All’interno del progetto, i Centri per l’impiego rimangono riferimento istituzionale per l’utenza, e quindi si occupano di alcune mansioni specifiche quali la gestione dell’elenco anagrafico dei lavoratori, la rilevazione dello stato di disoccupazione, la stesura del patto di servizio e il profiling.

In riferimento all’elenco degli enti certificati abilitati alla gestione dell’attività di supporto nella ricerca di lavoro, la Regione Siciliana distingue due ambiti: i servizi per il lavoro generali obbligatori (Sgo) ed i servizi per il lavoro specialistici facoltativi (Ssf). Le attività dei Sgo comprendono: accoglienza e prima informazione, orientamento di primo livello, orientamento specialistico o di secondo livello, incontro domanda/offerta e accompagnamento al lavoro.

Ad un livello di maggiore approfondimento si pongono gli Ssf, che si caratterizzano per le attività di: tutorship e assistenza intensiva calibrati sulla persona in funzione della collocazione o ricollocazione professionale e di ricerca di un’occupazione, orientamento mirato alla formazione non generalista e per percorsi di apprendimento svolti in cooperazione con le imprese che cercano personale qualificato con l’obiettivo dell’assunzione, inserimento lavorativo per i soggetti svantaggiati e persone disabili, formazione imprenditoriale, supporto informativo e conoscitivo per la creazione di nuove imprese, avviamento ad un’esperienza di lavoro o di formazione in mobilità anche all’estero e attività di formazione specialistica relativa all’autoimpiego e autoimprenditorialità.

Per avere accesso all’accreditamento si procede secondo una procedura a sportello, che consente di presentare la domanda senza limiti temporali, mentre coloro i quali risultano già accreditati dovranno confermare la propria posizione in caso di aggiornamenti.

L’accreditamento ha durata triennale ed è rinnovabile dietro presentazione di una dichiarazione attestante il mantenimento dei requisiti previsti. Durante questo periodo il dipartimento può effettuare controlli sia documentali che in sede per accertare il rispetto delle normative vigenti da parte dell’accreditato.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684