Allagamenti e disagi, provincia di Trapani nella morsa del maltempo - QdS

Allagamenti e disagi, provincia di Trapani nella morsa del maltempo

redazione

Allagamenti e disagi, provincia di Trapani nella morsa del maltempo

martedì 27 Settembre 2022 - 09:22

Scuole chiuse ieri a Trapani e Erice. A Marsala occhi puntati sul fiume Sossio. Dalla Polizia municipale un vademecum per i cittadini, l’appello alla prudenza dei sindaci: "Non uscite da casa"

TRAPANI – Strade allagate ieri in Sicilia, soprattutto nel trapanese. “Una tempesta si è abbattuta su Trapani – ha scritto il sindaco Giacomo Tranchida sul sito del Comune – le strade sono allagate, tutte le pompe di sollevamento sono accese, ma la quantità di pioggia caduta è stata tale da non consentirne lo smaltimento in breve tempo”.

Il sindaco ha ordinato la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, degli uffici pubblici del cimitero e delle ville. Alla cittadinanza ha poi rivolto un appello alla prudenza, invitandola a non uscire di casa.

Disagi anche a a Erice, piccolo borgo medievale della provincia, le strade sono state letteralmente invase dall’acqua. Anche il sindaco Daniela Toscano non ha avuto scelta e ha disposto la chiusura delle scuole e invitato i cittadini a stare a casa.

Occhi puntato sul fiume Sossio nel Marsalese. Qui la Polizia Municipale ha predisposto un vademecum per i residenti in cui sono state indicate le misure utili per i cittadini. In particolare: prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle autorità e dai mezzi di comunicazione; Non sostare sui ponti o lungo gli argini o le rive di corsi d’acqua; Non sostare in aree soggette a esondazioni o allagamenti, anche in ambito urbano. In particolare, nel centro urbano del territorio di Marsala si segnalano, quali aree a rischio, la via Vecchia Mazara, il sottopasso della via Ugdulena, il Lungomare Mediterraneo, area compresa tra la Via dello Sbarco e la Via Noto, la Via Salemi, nonché le aree limitrofe al Lungomare SP 84 nei pressi del Fiume Sossio, il Lungomare Mediterraneo e il lungomare Boeo, a titolo esemplificativo e non esaustivo.

Non tentare di arginare la massa d’acqua e spostarsi subito ai piani superiori, qualora questa dovesse entrare dentro le abitazioni; Non percorrere sottopassaggi sia durante che dopo un evento piovoso, né a piedi né con automezzi; Allontanarsi dai luoghi se si avvertono rumori sospetti e riconducibili all’edificio, come scricchiolii, tonfi ecc; Allontanarsi dai luoghi se ci si accorge dell’apertura di fratture nel terreno e se si avvertano rimbombi o rumori insoliti nel territorio circostante, specialmente durante e dopo eventi piovosi particolarmente intensi o prolungati; Nel caso si debba abbandonare l’abitazione, chiudere il gas, staccare l’elettricità e non dimenticare l’animale domestico, se presente; Non sostare al di sotto di una pendice rocciosa non adeguatamente protetta o argillosa, in particolar modo durante e dopo un evento piovoso; Allontanarsi dalle spiagge e dalle coste durante le mareggiate e in caso di allerta meteo; Non sostare e non curiosare in aree dove si è verificata una frana o un alluvione, in quanto possono esserci rischi e residui e si ostacola l’operazione dei tecnici e dei soccorritori avvisare il comune e i suoi uffici le sale operative e provinciali e regionali di ogni rischio di cui si viene a conoscenza.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001