Alternanza Scuola-Lavoro, orientamento agli studi e giornalismo per preparare al meglio i ragazzi ad affrontare le sfide della vita - QdS

Alternanza Scuola-Lavoro, orientamento agli studi e giornalismo per preparare al meglio i ragazzi ad affrontare le sfide della vita

redazione

Alternanza Scuola-Lavoro, orientamento agli studi e giornalismo per preparare al meglio i ragazzi ad affrontare le sfide della vita

venerdì 13 Dicembre 2019 - 00:00
Alternanza Scuola-Lavoro, orientamento agli studi e giornalismo per preparare al meglio i ragazzi ad affrontare le sfide della vita

Il lungo viaggio verso la transizione energetica è già cominciato, ma perché si arrivi ad un cambiamento delle nostre abitudini quotidiane è indispensabile sensibilizzare le nuove generazioni verso nuovi orizzonti “green”

GELA (CL) – Il lungo viaggio verso la transizione energetica è già cominciato, ma perché si arrivi ad un cambiamento delle nostre abitudini quotidiane è indispensabile sensibilizzare le nuove generazioni verso nuovi orizzonti “green”. Eni s’impegna nella città di Gela, sede della bioraffineria, tramite dieci progetti. Continuiamo a scoprirli elencando altri cinque piani già di successo.

“Living Opportunities for Our Planet” un progetto finanziato dalla Comunità Europea incentrato sull’economia circolare, è un percorso didattico che coinvolgerà il Lyceum “Omodos Gymnasioum” di Cipro, il “V. Gimnazia” e l’Università di Zagabria e i Licei Italiani “Elio Vittorini” di Gela e “Bruno Franchetti” di Mestre (Venezia), per un totale di 160 studenti.

Spazio anche al giornalismo grazie ad EniScuola, con i progetti “QdS in classe” + “Distretto di Gela”, nati dalla collaborazione tra Eni e i Quotidiani “Quotidiano di Sicilia” e “La Sicilia”. Sono rivolti a circa 300 maturandi delle scuole secondarie di secondo grado delle province di Caltanissetta, Catania, Enna, Siracusa e Ragusa e consiste nel fornire i “rudimenti” per l’impostazione e la scrittura di un buon articolo giornalistico.

“Cultura Crea” è invece il piano di alternanza scuola-lavoro pensato dal Liceo Classico “Eschilo” di Gela con Eni, la Biblioteca Comunale e il Museo Archeologico regionale di Gela. Il percorso formativo coinvolge 23 liceali e prevede 90 ore di attività tra i locali della biblioteca e il centro formazione ECU di Gela, dove gli studenti seguono le video-lezioni sull’archivio storico di Eni, un luogo in cui convergono cultura d’impresa e memoria storica. Obiettivo del corso è far comprendere il valore dell’archivio, fornendo le competenze sui metodi di catalogazione, classificazione e cenni di biblioteconomia.

Considerata la tendenza purtroppo presente sul territorio gelese, il progetto “Abbandono Scolastico” appare di particolare importanza. Avviato nel 2016 presso l’Istituto professionale “Ettore Majorana” di Gela, è volto a contrastare l’abbandono scolastico, fenomeno particolarmente rilevante a Gela dove, in alcuni istituti, negli anni scorsi si sono toccate percentuali vicine al 50%.

L’iniziativa utilizza elementi di innovazione didattica al fine di ottenere un ambiente più stimolante e coinvolgente per far partecipare più attivamente gli alunni. I risultati conseguiti in tre anni di sperimentazione sono andati al di là delle aspettative: il tasso di abbandono dal 48% è crollato al 3% nell’anno scolastico 2018/2019. Dall’inizio dell’attività a oggi sono stati coinvolti circa 250 studenti, sono state allestite 18 aule didattiche digitali e sono stati consegnati 318 iPad.

Non solo ritorno a scuola, ma anche orientamento agli studi futuri. Con il piano “Alternanza Scuola-Lavoro” EniScuola ha proposto un programma di orientamento dei giovani verso percorsi di studio e di carriera di tipo tecnico-scientifico e rafforzare l’acquisizione delle competenze professionali e relazionali degli studenti coinvolti per accrescerne le possibilità di accesso al mondo del lavoro. I Percorsi sulle Competenze Trasversali e di Orientamento (PCTO), ex Alternanza Scuola-Lavoro, hanno coinvolto dal 2016 a oggi oltre 11.000 studenti in tutta Italia.

In Sicilia, e in particolare a Gela, Eni ha svolto attività di Alternanza Scuola-Lavoro che, alla fine di quest’anno scolastico, avrà visto circa 2.500 studenti frequentare il centro di formazione di Eni Corporate University e i siti operativi Eni del territorio gelese, compresi il campo prove e la rimessa antincendio. Di questi, circa 1.500 studenti gelesi sono chiamati a svolgere un programma sviluppato in 9 giornate, mentre un migliaio di studenti provenienti dal resto della Sicilia seguono un programma di 3 giornate. Nell’arco delle attività circa 120 tutor aziendali si sono alternati nel ruolo di docenti, mostrando agli studenti come realmente opera il personale che lavora in Eni.

Altri due progetti attendono gli studenti di Gela, “Io Vivo Sicuro” e “Guide Open Day”. Il primo inizierà nel marzo 2020 e durerà tre mesi coinvolgendo gli studenti degli Istituti secondari di secondo grado di Gela per un totale di circa 150 studenti. Il percorso formativo intende promuovere la cultura della sicurezza nella vita di tutti i giorni. Nella primavera 2020, grazie a “Guide Open Day” la bioraffineria di Gela aprirà le porte agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado della città e dei Comuni limitrofi.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684