Augusta, l’Arpa analizza la qualità dell’aria megarese - QdS

Augusta, l’Arpa analizza la qualità dell’aria megarese

Luigi Solarino

Augusta, l’Arpa analizza la qualità dell’aria megarese

martedì 28 Aprile 2020 - 00:00
Augusta, l’Arpa analizza la qualità dell’aria megarese

“Si rileva, per il 13 aprile, la presenza di benzene, toluene, etilzene e p-m-o-xilene”. Le sorgenti delle molestie olfattive sono state individuate nell’area portuale e nell’entroterra

AUGUSTA – Lo scorso lunedì 13, giorno di Pasquetta, gli abitanti di Augusta, già costretti a restare nelle proprie abitazioni a causa del pericolo Covid-19, hanno avvertito nell’aria, sopratutto nella mattinata, degli insopportabili miasmi che hanno causato non pochi stati di malessere.

Tramite l’app Nose sono pervenute all’Arpa ben 840 segnalazioni da parte dei cittadini di cui 801 dalla sola città di Augusta. Quel giorno i Vigili Urbani di Augusta avevano effettuato dei prelievi dell’aria tramite canister. Detti campioni erano stati prelevati dai tecnici dell’Arpa che, a loro volta, avevano effettuato ulteriori campionamenti in altre zone del territorio megarese tra cui l’area del porto commerciale.

L’esito delle analisi dei campioni prelevati è stato pubblicato il 22 aprile sul sito regionale dell’Arpa. La relazione dice che “la tipologia di odore maggiormente avvertita dai cittadini è stata quella relativa alla percezione di idrocarburi; numerose anche le segnalazioni relative alla percezione di bruciato e di solventi. Il malessere maggiormente percepito è stato quello relativo alla difficoltà di respiro, seguito da segnalazioni di bruciore, irritazione alla gola e mal di testa”.

Dalle analisi effettuate “Si rileva, per il 13 aprile, la presenza di benzene, toluene, etilzene, e p-m-o-xileni e, per il 14 aprile, la presenza, seppur in maniera minore rispetto al prelievo effettuato il giorno prima nella città di Augusta, di benzene, toluene, etilbenzene, e p-m-o-xileni”. Nel campione d’aria prelevato il 13 aprile ad Augusta si sono rilevati valori di concentrazione di Isobutilmercaptano di 37,84 μg/m3 e di dimetilsolfuro di 3,88± 0,15 μg/m3. Nel campione d’aria prelevato il 14 aprile nel porto commerciale di Augusta si è rilevato una presenza di Isobutilmercaptano, inferiore alla soglia olfattiva di 1,44 μg/m3”.

Analizzati anche i dati registrati dalle centraline site nel comune megarese relativi agli inquinanti NMHC (idrocarburi non metanici), H2S (idrogeno solforato) e Benzene. Dalla stazione di Villa Augusta si rileva, tra le 7 e le 10, un aumento delle concentrazioni di NMHC e BTEX. I valori di NMHC si sono comunque mantenuti al di sotto della soglia dei 200 μg/m3 e i valori di benzene sotto i 20 μg/m3. Valori di NMHC più alti si sono registrati nella stazione di Augusta Marcellino dalle 9 alle 11 e dalle 15 alle 23. Nella stazione di Augusta si è registrato un valore superiore alla soglia di 200 μg/m3 alle ore 3; valori significativi ma inferiori a 200 μg/m3 di NMHC si concentrano al mattino, in corrispondenza delle segnalazioni arrivate fino alle 9.

Per l’Arpa “la direzione dei venti osservati e le traiettorie, fornite dal Nose suggeriscono che la possibile sorgente delle molestie olfattive potrebbe essere localizzata nell’area marina/portuale prospiciente la penisola di Augusta e/o nell’entroterra a Nord Ovest di Augusta”. Pertanto, in tale circostanza, i miasmi avvertiti dai cittadini di Augusta non sarebbero provenuti dalla raffinerie del vicino polo industriale.

In questo contesto l’Arpa “ha richiesto alla Stazione Navale di Augusta di fornire i dati sulle navi presenti in rada o in porto e la tipologia del trasporto delle navi richiedendo altresì di individuare una modalità di scambio dati che permetta anche per il futuro un intervento immediato dell’agenzia stessa”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684