Autonomia: Asael, non accentui divario Nord-Sud, Cocchiara, "La Sicilia non resti a guardare" - QdS

Autonomia: Asael, non accentui divario Nord-Sud, Cocchiara, “La Sicilia non resti a guardare”

redazione

Autonomia: Asael, non accentui divario Nord-Sud, Cocchiara, “La Sicilia non resti a guardare”

venerdì 26 Luglio 2019 - 15:06

“Il regionalismo differenziato non può di certo essere un ennesimo strumento per ‘differenziare’ ancor di più le diverse aree del Paese, attribuendo alle varie Regioni interventi strutturali e capacità di erogare servizi che proseguano nel continuare a dipingere una Italia a ‘macchia di leopardo’. Un Paese in cui il divario fra Nord e Sud non è mai diminuito, anzi, si è sempre accentuato negli ultimi cinquant’anni anche per scelte sbagliate da parte di certa classe politica meridionale”.

Lo dice il presidente dell’Asael, associazione che riunisce gli amministratori locali siciliani, Matteo Cocchiara, che aggiunge: “In questo dibattito la Sicilia non può restare a guardare, aspettando di vedere come andrà a finire. Occorre che la sua classe politica chieda, come fatto dal presidente della Regione Musumeci, e ottenga di poter stare al tavolo del confronto con le altre regioni rivendicando diritti ed aspettative per i siciliani, al pari dei cittadini del resto d’Italia”.

“A questo tavolo nazionale – continua Cocchiara – è necessario che venga evidenziata anche la condizione di grande difficoltà in cui versano gli enti intermedi ed i Comuni siciliani, stretti nella morsa di un rigore della finanza locale in cui lo Stato da anni li ha costretti a vivere, privandoli addirittura delle risorse che provengono dai propri amministrati in termini di fiscalità locale e che da anni, invece, confluiscono nelle casse statali con un ritorno irrisorio”.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684