Camping in sicurezza, in Sicilia si prova a ripartire - QdS

Camping in sicurezza, in Sicilia si prova a ripartire

Michele Giuliano

Camping in sicurezza, in Sicilia si prova a ripartire

martedì 23 Giugno 2020 - 00:00
Camping in sicurezza, in Sicilia si prova a ripartire

Per attirare i turisti si punta anche ad una scontistica del 20% e a garantire una polizza assicurativa per il rimborso. La Faita Sicilia garantisce come tutti gli operatori abbiano già preso le precauzioni necessarie

PALERMO – La vacanza all’aria aperta sembra essere l’unica soluzione per salvaguardare la salute e godere di un momento di svago in questa strana estate di emergenza sanitaria.

La Faita Sicilia, l’Associazione regionale della Federazione delle Associazioni Italiane dei complessi Turistici all’aria Aperta, che raccoglie il 70% della ricettività del settore, garantisce come gli operatori del settore abbiano già preso tutte le precauzioni necessarie. Perché il turismo e l’intera economia siciliana possono ripartire solo con la collaborazione e la solidarietà reciproca.

Sulla base di tale fermo concetto, Faita Sicilia ha lanciato una proposta innovativa, un’efficace operazione di marketing per rilanciare la Sicilia in un’estate “anomala”, che prevede l’applicazione di un protocollo specifico di sanificazione: ogni gestore ha aggiornato il suo Dvr (documento di valutazione dei rischi) inserendo un allegato per il rischio biologico (legato al covid-19), sulla base di un’attenta valutazione delle caratteristiche specifiche della propria struttura.

Sono state predisposte le procedure e le attrezzature per l’igienizzazione di tutti gli ambienti e le regole per i lavoratori e per gli utenti volte a minimizzare i rischi per la sicurezza e, in tal senso, ogni camping ha individuato e formato un responsabile per l’applicazione di tali regole.

Per ringraziare coloro i quali si sono spesi eroicamente in questa emergenza, è stata prevista una scontistica del 20% riservata a medici, infermieri, ricercatori, operatori sanitari della Croce Rossa e della Protezione Civile, e alle forze dell’ordine. Ancora, è stata prevista la formula “Scacciapensieri”: a chi sceglie un soggiorno nei camping Faita Sicilia, saldando in fase di prenotazione, sarà offerta gratuitamente una polizza assicurativa che, in caso di annullamento, darà diritto al rimborso dell’intera somma.

“I nostri campeggi sono posti sicuri come a casa, ma nei quali gli alberi sostituiscono le pareti e al posto del soffitto ci si ritrova un magnifico cielo soleggiato, luoghi dove la brezza del mare purifica costantemente l’aria portando l’odore acre e selvaggio della salsedine, tra i suoni della natura a fare da sottofondo. Non è poesia. E’ concreta realtà.

La vacanza da noi è open air, è senso di libertà, indipendenza. Siamo ben lieti di tornare ad accogliere i nostri ospiti con queste nuove iniziative, modulate per la loro serenità” commenta il presidente di Faita Sicilia, Diego Ruggirello. Tra le altre proposte, venerdì 12 giugno, in occasione della giornata di apertura della stagione estiva, i campeggi Faita Sicilia hanno regalato ai propri ospiti la Sicilycamping Card, che dà diritto a tutta una serie di agevolazioni e sconti in convenzione – ad esempio per escursioni e spostamenti in loco -, il cui elenco sarà consultabile sul sito www.sicilycamping.com. L’operazione ha coinvolto 12 tra campeggi e residence, distribuite su tutto il territorio siciliano, dalle Eolie alle Egadi, da Taormina a San Vito lo Capo. A tutto questo si aggiunge la possibilità di usufruire del bonus vacanze, per le famiglie con Isee inferiore a 40 mila euro, che va dai 150 euro per i single a 500 per le famiglie con più figli. In questo modo si vuole offrire un incentivo a tutti coloro i quali stanno soffrendo della crisi economica e che possono in tal modo godere di una vacanza, permettendo allo stesso tempo al settore turismo di ripartire, oltre a rimettere in movimento anche l’indotto.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684