Instaurare relazioni felici e gestire le proprie emozioni, come fare - QdS

Instaurare relazioni felici e gestire le proprie emozioni, come fare

web-iz

Instaurare relazioni felici e gestire le proprie emozioni, come fare

web-iz |
giovedì 14 Ottobre 2021 - 10:50

Tutti ci siamo sentiti, almeno una volta nella vita, incompleti. E abbiamo desiderato una relazione felice con un partner che potesse soddisfare i nostri bisogni. Ecco come realizzare questo sogno.

La qualità della nostra vita dipende anche dalla qualità delle nostre relazioni. In realtà tutta la nostra esistenza è una relazione, non credi? Attraverso il nostro respiro e la nostra energia viviamo in uno scambio costante con tutto ciò che ci circonda e conduciamo una relazione che dura tutta la vita con il nostro corpo umano e la nostra mente, inclusi pensieri ed emozioni.

Purtroppo il rapporto che noi, come anime, abbiamo con i nostri stessi strumenti (corpo e mente) risulta essere il più difficile!

La compulsività nella relazione con la propria mente

La relazione con la nostra mente diventa talvolta compulsiva. Ciò avviene quando diventiamo schiavi del nostro strumento e gli permettiamo di attaccarci, denigrarci e incolparci fino a sentirci indegni, ansiosi, depressi.

Anche il rapporto con il nostro corpo fisico è spesso insoddisfacente, perché non sappiamo come trattarlo bene e poi perdiamo l’equilibrio sperimentando malessere.

La sensazione di incompletezza e la ricerca di relazioni esterne

Siamo in una relazione costante con la nostra forma umana dal giorno in cui siamo nati fino al nostro ultimo respiro. Ma invece di nutrire e curare questa connessione più importante, comprendendo esattamente come trattare corpo e mente e come sentirci soddisfatti e pieni di gioia e amore dentro di noi, rimaniamo bloccati nella convinzione che ci sia sempre qualcosa che manchi.

Non ci sentiamo completi. Quindi ci concentriamo sulle relazioni esterne e trascorriamo la nostra vita cercando di soddisfare i desideri della mente e di riempire il vuoto immaginario.

Siamo attaccati alla convinzione che una relazione con un altro essere umano risolverà tutti i nostri dolori e problemi e ci farà sentire finalmente completi e felici.

È qui che commettiamo l’errore più grande. Poiché non siamo in grado di soddisfarci pienamente da soli, non ci sentiamo dell’umore giusto o semplicemente non sappiamo come accordare i nostri strumenti per vibrare ad alta frequenza e vivere la vita con un’atmosfera interiore di gioia incondizionata, amore ed equilibrio, cerchiamo qualcun altro che ci salvi dalla nostra miseria.

Il partner “della miseria”

Cerchiamo una relazione e ci aspettiamo che l’altra persona faccia ciò che noi stessi non siamo in grado di fare: creare amore, abbondanza e felicità per noi!
Cerchiamo insomma qualcuno perfetto, ma non siamo in grado di essere perfetti noi stessi. Cerchiamo qualcuno che sia come noi, ma il più delle volte non riusciamo nemmeno a sopportarci.

Entriamo in una relazione esterna perché vogliamo soddisfare un BISOGNO emotivo, fisico o economico, oppure per altri motivi egoistici. Proprio le ASPETTATIVE rappresentano, poi, la radice dei problemi nelle relazioni stesse.

Le aspettative e il soddisfacimento transitorio

Amiamo l’altra persona finché si rivela in grado o disposta a darci ciò che vogliamo, a farci sentire come desideriamo.

Sei mai riuscito a soddisfare sempre al 100% le aspettative di qualcuno? È impossibile, ma ce lo aspettiamo dal nostro partner! E se non lo fa, proviamo a gestirli, inseguendo l’obiettivo altrettanto impossibile di cambiarlo. Come se fosse davver possibile cambiare gli altri.

Non siamo in grado di amare il nostro corpo, le nostre emozioni, il nostro passato, le nostre azioni, ma ci aspettiamo che un’altra persona ci ami incondizionatamente!

Il punto è che finché non siamo completamente a nostro agio con noi stessi e pensiamo che una relazione migliorerà la nostra vita, non lo farà. Probabilmente funziona per un po’ perché all’inizio siamo catturati dalla novità, ci sentiamo innamorati e la nostra mente viene offuscata dai bei pensieri. La nostra mente pensa, in quei momenti, di aver ottenuto ciò che voleva e sperimenta un momento temporaneo di piacere, appagamento e facilità.

Il cambiamento come natura della vita

Ma la natura della vita è CAMBIAMENTO! E alla fine qualcosa cambierà nelle tue condizioni esterne, in te o nel tuo partner. Quindi il tuo partner potrebbe non essere più in grado di soddisfare esattamente i bisogni e le aspettative della tua mente; allora i guai ti aspettano dietro l’angolo!

Tutti i cattivi sentimenti su di te o sul tuo passato, sepolti per un po’ dalle nuvole dell’amore, riemergono. Così come riemerge il vecchio dolore che non hai elaborato e che torna a irritarti di nuovo. Il partner diventa allora il capro espiatorio per giustificare le tue emozioni negative.

Il desiderio di relazioni esterne gioiose

Se vogliamo che le nostre relazioni esterne siano gioiose dobbiamo prima rendere armonico il rapporto con i nostri strumenti (mente e corpo), dobbiamo prenderci cura di loro ed essere chiari sul nostro ruolo. Ricorda che sono il TUO corpo e la TUA mente.

La vita e tutte le tue emozioni accadono dentro di te, ma è una tua scelta come rispondere alla vita o al tuo partner. Se i tuoi strumenti vibrano sulla frequenza della gioia, è così che sperimenterai la vita e le tue relazioni!

I primi passi per una relazione felice si fanno da soli

Ci vuole tempo, fatica, passione, fiducia, resa, fede e impegno per creare un’atmosfera interiore piacevole, per aiutare i nostri strumenti a funzionare al meglio e per stabilire un’unione davvero armoniosa con la vita stessa. Ma questo è il fondamento di qualsiasi altra relazione che, altrimenti, non sarà mai felice.

• Abbiamo bisogno di dare al nostro corpo ciò di cui ha veramente bisogno per funzionare al meglio, come aria fresca, movimento, cibo sano e fresco, molta acqua.

• Dobbiamo disciplinare la nostra mente, creare un’atmosfera gioiosa nella nostra mente e assicurarci di non cadere nel ruolo della vittima quando la affrontiamo.

• Dobbiamo fare pace con ciò che era e lasciar andare il risentimento, il dolore e la rabbia.

• Dobbiamo prenderci cura delle nostre emozioni, imparare a rispondere con gioia alla vita e sviluppare la fiducia che la vita non commette errori.

• Dobbiamo assicurarci che le nostre energie vitali possano fluire liberamente nel nostro corpo e mantenerle pure ed elevate con pratiche spirituali come la meditazione.

• Abbiamo bisogno di connetterci con gli elementi della vita, toccare la terra, fare il bagno nelle acque, accendere il nostro fuoco interiore, lasciare che il vento soffi via i nostri dolori ed espanderci nello spazio oltre il mondo fisico della creazione!

• Dobbiamo capire che siamo UN PEZZO DI VITA!

• Dobbiamo ricordare chi siamo e che non siamo qui perché la vita o un altro essere umano possa renderci felici, ma invece per portare gioia nel mondo!

• Non siamo qui per competere gli uni con gli altri, per combatterci o per sfruttarci a vicenda, ma per vivere in armonia con tutte le forme di vita, con la creazione.

• Siamo qui per creare un rapporto armonioso con la vita, con la madre terra, con tutti i suoi diversi aspetti!

    • Quando i nostri strumenti funzionano al meglio, quando le nostre energie si alzano e vibriamo ad alta frequenza, siamo in grado di sperimentare la vita oltre i limiti dei nostri strumenti. Ci espandiamo, attingiamo alla fonte della creazione e sentiamo il rapporto con la vita stessa.

Connessioni armoniose, comprendere se stessi

Sperimentiamo noi stessi come la fonte interiore di equilibrio incondizionato e beatitudine che non dipende da relazioni o circostanze esterne. Ed è allora che la nostra esperienza umana diventa beata e le nostre connessioni armoniose.

Se vuoi condurre relazioni felici e armoniose devi prima capire te stesso. Devi renderti perfetto, devi lasciarti andare, fare pace con il tuo passato, amare la tua vita ma soprattutto capire che non sei i tuoi strumenti. Non sei il corpo o la mente che ha determinati bisogni e si sente sempre incompleto e la mancanza di qualcosa. Sei un pezzo di vita.

Sei un’anima che fa un’esperienza umana e così è il tuo partner. Sei completo, sei amore, sei beatitudine, sei saggezza, sei la verità, non manca nulla.

Fluire nella vita e con la vita stessa

Una volta che il rapporto con i tuoi strumenti sarà gioioso ed equilibrato, allora gli altri si sentiranno automaticamente attratti da te e ogni aspetto della tua vita semplicemente andrà a posto, perché permetti alla vita di accadere, confidando nel fatto che la vita non commetta errori! Ti sentirai parte della vita e non vivrai in lotta con essa o con chi ti circonda. Fluirai con gioia.

Non vedrai il tuo partner come qualcuno diverso o separato da te, ma come un pezzo di te. Se il tuo partner si arrabbierà o si rattristerà, saprai che ha le stesse emozioni nel tuo essere. Saprai che questo è ciò che accade a livello umano e attraverso la mente umana, ma guarderai più in profondità.

Riconoscerai che, al di là delle differenze di forma e pensiero, tu sei UNO. Noi siamo uno.

Ricorda che la vita è come uno specchio. Se sorridi alla vita, ti sorriderà e vedrai sorrisi ovunque ti giri. Qualunque cosa tu voglia dalla vita o da un partner, dagliela prima! 

Nessun altro essere è responsabile delle nostre esperienze interiori e delle nostre emozioni

Quindi, prima di entrare in una relazione, guardati allo specchio e se non ti piace quello che vedi, inizia a lavorarci su! Nessun altro essere è responsabile delle tue esperienze interiori. La tua esperienza interiore della vita è solo nelle tue mani – QUESTO È IL TUO SUPER POTERE E LA TUA LIBERTÀ.

Sono qui per aiutarti a mettere a punto i tuoi strumenti, per capire come funzionano e di cosa hanno bisogno, in modo che tu possa ALZARTI e far risplendere la tua luce nel mondo, cosicché tutti possano provare la voglia di brillare con te!

Sei amato, sii amore, ama la tua vita! Se hai bisognio di COACHING PERSONALE contattami tramite il mio sito web: www.tinastools.com.

Il mio libro “Yoga Coaching” – usa la tua pratica per risolvere il tuo bagaglio emotivo, gestire la mente e creare armonia nella tua vita e nelle tue relazioni,  è disponibile su Amazon in Italiano e Inglese.

Tina Mundelsee

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684