Coronavirus, "illogico il divieto di consegna a domicilio" - QdS

Coronavirus, “illogico il divieto di consegna a domicilio”

redazione web

Coronavirus, “illogico il divieto di consegna a domicilio”

venerdì 17 Aprile 2020 - 12:04

Un altro attacco, stavolta con un'interrogazione all'Ars della deputata del M5s Gianina Ciancio, all'ordinanza del governatore Musumeci. "Penalizzati immotivatamente e inutilmente bar, ristoranti, pasticcerie, pizzerie e paninerie"

“Consentire agli esercizi commerciali che producono e vendono prodotti alimentari di effettuare il servizio di consegna a domicilio la domenica e i festivi”.

Lo chiede la deputata regionale M5s, Gianina Ciancio, che ha presentato un’interrogazione urgente all’Ars.

Ciancio evidenzia come “moltissimi titolari di attività sono allarmati dal perdurare del divieto di consegna a domicilio; la consegna invece produce vantaggi sia economici che sanitari, perché evita gli assembramenti o gli assalti ai supermercati”.

“Per questo non si capisce la logica delle ultime ordinanze del presidente della Regione, che hanno l’effetto combinato di penalizzare immotivatamente e inutilmente bar, ristoranti, pasticcerie, pizzerie e paninerie”.

“Nel resto del territorio nazionale invece – sottolinea – continua a essere permessa la consegna a domicilio in tutti i giorni della settimana”.

“La consegna a domicilio in questo momento storico – afferma Gianina Ciancio – produce solo dei vantaggi, sia per gli esercenti che per i cittadini. Al contrario, vietarlo nei giorni di maggior gettito è inutile e controproducente, oltre ad avvantaggiare solo la grande distribuzione”.

“È urgente e necessario – aggiunge la deputata regionale M5s Valentina Palmeri – rivedere questa decisione e regolamentare le consegne a domicilio per garantire la sicurezza pubblica, come ho già chiesto attraverso una mozione”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x