Covid, al via studio Iss-geriatri su vaccinazioni nelle Rsa - QdS

Covid, al via studio Iss-geriatri su vaccinazioni nelle Rsa

Web-mp

Covid, al via studio Iss-geriatri su vaccinazioni nelle Rsa

Web-mp |
giovedì 17 Giugno 2021 - 18:59

Monitorare gli effetti della vaccinazione nei pazienti anziani ospitati nelle residenze a loro dedicate. Questo l’obiettivo di uno studio multicentrico, promosso da Istituto Superiore di Sanità e geriatri, parte di un progetto di collaborazione per un nuovo modello di Rsa e per una più efficace sanità territoriale.

Questa una delle novità presentate al 35/ congresso nazionale della Società Italiana Geriatria Ospedale e Territorio (Sigot) che si chiude domani. Partendo dal presupposto che per questa popolazione non esistono ancora dati clinici specifici, lo studio vede la partecipazione di più di 60 RSA di tutto il territorio nazionale, con potenzialmente più di 3400 ospiti, e consentirà la valutazione degli effetti in termini di efficacia e sicurezza della vaccinazione anti-Covid-19 in funzione del grado di fragilità e di compromissione cognitiva della persona anziana.

“Le Residenze Sanitarie Assistenziali costituiscono un nodo fondamentale nell’assistenza sanitaria inserendosi tra le strutture ospedaliere per acuti e l’intervento domiciliare. Il contributo che si vuole offrire – evidenzia Alberto Castagna del Comitato Scientifico della Sigot – non è solo operativo, ma anche di programmazione. Abbiamo fatto dialogare strutture residenziali nazionali con l’approccio condiviso dell’analisi multidimensionale. Lo strumento scelto è il Multidimensional Prognostic Index (MPI), riconosciuto a livello mondiale, in quanto permette di tenere in considerazione oltre all’aspetto clinico e farmacologico, anche le componenti funzionali, emotive, nutrizionali e socio-economiche dell’individuo anziano.

A fianco dei normali strumenti di valutazione, è stata prevista la raccolta di altri parametri per valutare lo stato cognitivo, l’impiego di farmaci antipsicotici e le terapie specifiche per la demenza.

Il dato di partenza assai rassicurante è che al momento la quasi totalità di questi pazienti è vaccinata”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684