Denise Pipitone, le intercettazioni di Anna Corona e il mistero di Luigi, "Unn'ha fari parola" - QdS

Denise Pipitone, le intercettazioni di Anna Corona e il mistero di Luigi, “Unn’ha fari parola”

Ivana Zimbone

Denise Pipitone, le intercettazioni di Anna Corona e il mistero di Luigi, “Unn’ha fari parola”

giovedì 25 Novembre 2021 - 11:43

Due nomi emergono dalle ultime intercettazioni di Anna Corona. Quello di Giuseppe, già sentito, e quello di Luigi. Alice smentisce l'alibi di Jessica Pulizzi: "Non sono andata al mercato"

Il caso della scomparsa di Denise Pipitone, la piccola di cui si sono perse le tracce nel 2004 a Mazara del Vallo, torna all’attenzione dei media. La madre, Piera Maggio, non si arrende. A essere indagata Anna Corona, madre di Jessica Pulizzi che, a sua volta, è sorellastra della bambina e che è stata all’epoca dei fatti indagata a poi assolta pere il reato di sequestro di persona.

La procura di Marsala ha chiesto l’archiviazione per Anna Corona. Ma nuove intercettazioni recenti sono stati indicati dall’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, come elementi utili per opporsi a tale richiesta.
Il gip si è allora riservato di decidere e di analizzare i nuovi documenti che riguardano la Corona e nuovi nomi di persone che si ipotizza possano essere coinvolte nel rapimento della bambina.

Le intercettazioni

Nuove piste potranno ancora aprirsi dopo 17 anni?
È il 25 maggio del 2021 quando Anna Corona, per la famiglia di Denise Pipitone una delle principali sospettate del rapimento della piccola, nella sua abitazione parla con la figlia minore Alice Pulizzi ignara di essere intercettata dai carabinieri di Trapani.

Nel colloquio le due ricostruiscono proprio la mattina del 1° settembre 2004, il giorno in cui Denise è scomparsa. Come confermato dai carabinieri, le due non stavano commentando nessuna trasmissione televisiva.
Alice raccontava alla madre di non essersi mai recata al mercato quel giorno, come invece aveva raccontato la sorella Jessica agli inquirenti.
Ad un certo punto Anna Corona dice alla figlia: “Lo vuoi sapere cu fu tanno? Lo vuoi sapere? Io cu Giuseppe (…)Alice! Unn’ha fari parola… assinnò veramente cu tia poi un ci parlo chiù…”.

È Giuseppe Della Chiave la persona chiamata in causa? In ogni caso, parole che sembrano confermare l’inequivocabile coinvolgimento di Corona nel rapimento della piccola. Altre intercettazioni, poi, sono state rese note dal programma televisivo Storie Italiane. In queste Anna Corona parla con un’amica al telefono in maniera poco chiara, presumibilmente perché consapevole di poter essere intercettata: “Io ero per non parlare, per cercare la verità”. L’amica le risponde, in riferimento a Denise: “Luigi l’è andata a cercare”. Questo nome, invece, compare per la prima volta.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684