Distretti del cibo, commissione Ars chiede fondi - QdS

Distretti del cibo, commissione Ars chiede fondi

webgn

Distretti del cibo, commissione Ars chiede fondi

webgn |
giovedì 17 Marzo 2022 - 11:22

In Sicilia i distretti del cibo hanno grandi progetti, ma non hanno sostegno economico adeguato per investire

In Sicilia i distretti del cibo hanno grandi progetti, ma non hanno sostegno economico adeguato per investire. Sono 4 i programmi ammessi a finanziamento presentati da: Bio Distretto Borghi Sicani, Distretto del cibo sud est siciliano, Rete Cibo Sicilia e Distretto Bio Slow Pane e Olio, per un totale complessivo di 78 soggetti, tra imprenditori agricoli, società agricole o consorzi aderenti.

Gli investimenti ammessi a contribuzione ammontano a oltre 54 milioni di euro per un contributo in conto capitale ammissibile di quasi 21 milioni.

Distretti del cibo, servono 8 milioni di euro

La commissione Attività produttive dell’Ars ha approvato una risoluzione presentata dopo l’audizione richiesta da Angela Foti, vicepresidente dell’Assemblea regionale siciliana, parlamentare di Attiva Sicilia. Il tema era in agenda questa settimana tra i lavori delle commissioni (Qui l’agenda della settimana).

Il documento impegna il governo regionale a cofinanziare i programmi presentati dai quattro dei sette distretti del cibo siciliani. In totale, servono quasi 8,3 milioni di euro per il raggiungimento della soglia massima consentita.

Ars, Foti (Attiva Sicilia): La Regione trovi le risorse

Il settore agricolo e le nostre filiere produttive – afferma Angela Foti – sono state particolarmente colpite, prima dalla grave situazione sanitaria e, successivamente, dal rincaro dei costi derivanti dall’energia e dell’aumento delle materie prime”. E continua: “Un comparto che rappresenta uno dei settori produttivi trainanti dell’economia siciliana: la messa in opera dei programmi di investimento costituirebbe un volano economico e un effetto moltiplicatore indispensabile per lo sviluppo occupazionale e sociale del nostro territorio”.

Per la vicepresidente dell’Ars: “diventa fondamentale che il governo regionale colmi questo gap nei finanziamenti e dia tutto il sostegno possibile ai Distretti del cibo, dato che il Ministero dell’agricoltura ha ribaltato sui beneficiari un impegno economico non indifferente”. Conclude Foti: “Il lavoro non è finito, dopo l’atto politico è chiaro che il dipartimento alla Programmazione dovrà individuare le risorse utili alla compartecipazione, per questo continueremo a seguire questa delicata interlocuzione col Ministero, i distretti e lo stesso dipartimento alla Programmazione”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684