Asp Agrigento, rassicurazioni per Centro trasfusionale di Canicattì - QdS

Asp Agrigento, rassicurazioni per Centro trasfusionale di Canicattì

redazione

Asp Agrigento, rassicurazioni per Centro trasfusionale di Canicattì

sabato 04 Luglio 2020 - 00:00
Asp Agrigento, rassicurazioni per Centro trasfusionale di Canicattì

I vertici sanitari hanno risposto prontamente alla lettera inviata dal sindaco Di Ventura. Smentiti i timori circa una possibile chiusura e chiariti i dubbi sull’operatività della struttura

CANICATTÌ (AG) – Nessuna chiusura in atto o in vista per il Centro trasfusionale del presidio ospedaliero Barone Lombardo. È quanto sottolineato, a chiare lettere, dopo un incontro svoltosi nella sede legale dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento, alla presenza del direttore generale Alessandro Mazzara, del direttore sanitario Gaetano Mancuso e del sindaco canicattinese Ettore Di Ventura.

Il messaggio, rassicurante sia per la popolazione di Canicattì che per quella del comprensorio, è arrivato al termine di un confronto svoltosi anche alla presenza dell’assessore alle Politiche sociali del Comune di Canicattì, Antonio Giardina, del direttore dell’Unità operativa complessa di medicina trasfusionale di Agrigento, Filippo Buscemi, e della responsabile del Settore personale Asp, Beatrice Salvago.

“Alcuni dubbi circa l’operatività del Centro trasfusionale di Canicattì – hanno sottolineato dall’Asp – erano emersi giorni addietro (vi abbiamo dato notizia ieri della lettera scritta dallo stesso sindaco Di Ventura, ndr) a causa della rimodulazione dell’attività derivata dal prepensionamento di un medico in servizio, della contemporanea accettazione da parte di altri due professionisti di contratti di lavoro presso altre aziende e della mancata presentazione di nuove istanze a un bando già pubblicato dall’Asp di Agrigento”.

A queste criticità i vertici dell’Asp intendono porre rimedio “intensificando le azioni di reclutamento del personale, autorizzando il ricorso alle prestazioni aggiuntive per i sanitari in servizio e disponendo che il dottor Filippo Buscemi assicuri una presenza pressoché costante presso il Centro trasfusionale di Canicattì, al fine di gestire e coordinare le varie attività”.

Proprio Buscemi, nel proporsi con massimo impegno, ha voluto precisare che: “In più di trent’anni il Centro trasfusionale di Canicattì ha garantito il supporto trasfusionale ai tanti pazienti del territorio e addirittura spesso, in momenti di crisi, ha anche sostenuto i centri trasfusionali di Palermo. Ne sono diretto testimone in quanto, avendo lavorato per tanti anni nell’Ospedale Cervello di Palermo, ho utilizzato anche il sangue proveniente da Canicattì, inviato dal sempre presente dottor Vincenzo Morgante, per trasfondere i pazienti trapiantati”.

“Oggi – ha aggiunto – per la carenza contingente di personale si è deciso, a tutela dei pazienti del bacino del distretto Ag1 e solo per il periodo estivo, di centralizzare le reperibilità notturne nel Centro di Agrigento, che da anni supporta un numero doppio di pazienti e che garantirà il sangue, oltre che a Canicattì, anche a Licata”.

“La rimodulazione – ha concluso Buscemi – è di carattere temporaneo e al massimo a fine estate tutto ritornerà come prima nel pieno rispetto della storia del piccolo ma efficiente Centro trasfusionale di Canicattì”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684