Enna, il ruolo centrale delle Usca nella lotta alla pandemia - QdS

Enna, il ruolo centrale delle Usca nella lotta alla pandemia

redazione

Enna, il ruolo centrale delle Usca nella lotta alla pandemia

giovedì 22 Aprile 2021 - 00:00

Le Unità speciali di continuità assistenziale hanno giocato una parte strategica all’interno di questi mesi drammatici, garantendo un supporto strategico soprattutto nei primi mesi dell’emergenza

ENNA – Un anno di grandi difficoltà, ma in cui l’impegno professionale di tante persone è servito per aiutare chi a causa della pandemia ha visto la propria vita in pericolo. In questo quadro il direttore della Unità operativa complessa di Igiene pubblica, Luisa Longo, dopo circa dodici mesi di attività, ha voluto esprimere un giudizio lusinghiero nei confronti degli operatori Usca (Unità speciali di continuità assistenziale) evidenziando l’efficienza e il ruolo strategico ricoperto in questi mesi drammatici.

“Introdotte con il Decreto legge n.14/20 – ha spiegato – la loro funzione è stata, fin da subito, il supporto strategico dei medici di famiglia nella diagnosi e cura al domicilio dei pazienti positivi al Covid 19. Nei quattro Distretti di Enna, Piazza Armerina Nicosia e Agira, un piccolo esercito di giovani medici, infermieri e informatici, ha affrontato una emergenza drammaticamente nuova. Con coraggio e professionalità, presto le Usca sono diventate un riferimento costante per tante famiglie, tutti i giorni e anche durante le ore notturne. Nessuno è stato lasciato da solo ad affrontare la malattia”.

Decine di migliaia gli interventi effettuati, anche nel campo del sostegno psicologico. “Grazie all’attivazione della Usca di emergenza – ha aggiunto la dottoressa Longo – e all’equipe di psicologi che operano nel territorio, nell’arco di un anno sono state effettuate 15.026 visite domiciliari, sono stati eseguiti 23.470 tamponi, assicurati 33.725 contatti telefonici con i medici e 19.001 con gli psicologi”.

La mole ponderosa di attività, realizzate in squadra a beneficio dei pazienti, ha segnato l’evoluzione della pandemia nella provincia di Enna, garantendo più cure territoriali e minore ospedalizzazione. Un impegno che adesso si rinnova con l’attività svolta a sostegno della campagna vaccinale e in particolare con la somministrazione a domicilio del siero anti Covid-19 ai cittadini che hanno difficoltà a muoversi da casa. Sempre grazie al coordinamento di Luisa Longo, infatti, oggi “le Usca hanno preso in carico anche le vaccinazioni a domicilio di anziani e disabili, continuando a svolgere un ruolo fondamentale nella difficile lotta contro la pandemia in provincia di Enna”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684