Gli esplode lo stomaco dopo la "mangiata", salvato in extremis dai medici - QdS

Gli esplode lo stomaco dopo la “mangiata”, salvato in extremis dai medici

web-mp

Gli esplode lo stomaco dopo la “mangiata”, salvato in extremis dai medici

web-mp |
mercoledì 11 Maggio 2022 - 13:49

Il paziente ha raccontato di aver mangiato una grigliata a pranzo, poi una pizza a cena, assunta molta birra e, infine, due cucchiaini di bicarbonato con acqua gasata

Il più classico dei gesti, al termine di una grande abbuffata. Prendere il bicarbonato. Questa volta però si è rivelato essere letale, al punto da causare l’esplosione dello stomaco, per un 43enne modenese, salvato in extremis da un miracoloso intervento.

Cosa è successo

E’ successo a Pasquetta ma la notizia è uscita nei giorni scorsi, come riportano alcuni quotidiani nazionali. Prima la classica grigliata a pranzo, poi la sera una pizzata in famiglia. Da bere acqua gassata e birra. Prima di andare a dormire, il bicarbonato di sodio che però è stata la miccia che ha gli fatto esplodere lo stomaco. E’ così con un dolore terribile all’addome che un modenese di 43 anni, la notte di Pasquetta, intorno alle 22.50, è arrivato al pronto soccorso di Baggiovara diretto dal dottor Geminiano Bandiera.

Il paziente ha raccontato ai medici di aver mangiato un’abbondante grigliata a pranzo e una pizza a cena, il tutto accompagnato da birra. A seguire ha spiegato di aver bevuto abbondante acqua gassata e due cucchiai interi di bicarbonato per digerire.

L’arrivo in ospedale

Il paziente è stato quindi ricoverato in medicina interna e gastroenterologica. Gli esami però non hanno confermato la diagnosi e verso le 5 la TC addominale ha evidenziato la perforazione gastrica. Poco più di un’ora dopo l’uomo è entrato in sala operatoria ed è stato operato dall’equipe dei chirurghi d’urgenza Andrea Lanzani e Pasquale Russo, guidati dalla dottoressa Micaela Piccoli con l’anestesista Enrico Ferri. I chirurghi hanno scoperto un’ampia lacerazione dello stomaco come da scoppio, che necessitava una resezione gastrica subtotale, cioè l’asportazione di quasi tutto lo stomaco e la ’toilette’ di tutta la cavità addominale.

L’intervento salva vita, la ricostruzione dello stomaco

Intervento complesso, durato quasi tre ore. Il paziente è stato poi trasferito in terapia intensiva, diretta dalla dottoressa Elisabetta Bertellini “Al momento del ricovero le condizioni si presentavano critiche visto il gravissimo stato settico, con shock refrattario al trattamento – spiega Bertellini. – Si otteneva poi una stabilizzazione del quadro clinico che consentiva gli interventi chirurgici successivi all’emergenza”.

Il paziente ha effettuato una settimana dopo un secondo intervento, che ha consentito il posizionamento di una digiunostomia di alimentazione ed ora è ricoverato in chirurgia d’urgenza, in attesa di un ultimo intervento che tenterà di ricostruire lo stomaco.

Uso eccessivo di bicarbonato, tasso mortalità del 75%

Il bicarbonato di sodio è utilizzato per diminuire l’acidità di stomaco: la sua assunzione occasionale e in piccole quantità non è pericolosa per la salute. Tuttavia, se assunto in grandi quantità può risultare pericoloso e causare anche la rottura dello stomaco.

Nel caso specifico, infatti, l’ingestione di grandi quantità di bicarbonato di sodio, oltre allo stomaco ripieno di cibo, è stato assunto con bevanda gassata. Questo tipo di perforazione è rara ma, se non diagnosticata velocemente, ha un alto tasso di mortalità (75%)”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684