Etna, nuovo spettacolo notturno, il problema della cenere - QdS

Etna, nuovo spettacolo notturno, il problema della cenere

Giuseppe Lazzaro Danzuso

Etna, nuovo spettacolo notturno, il problema della cenere

lunedì 09 Agosto 2021 - 07:16

L'attività, con fontane di lava e trabocchi lavici, è ricominciata dopo la mezzanotte di ieri e si è conclusa intorno alle sei del mattino. Le splendide fotografie che documentano quanto avvenuto

Un’altra nottata di spettacolo sull’Etna, mentre continua anche stamattina la ricaduta di cenere vulcanica sui centri pedemontani del vulcano.

Le splendide immagini che vi proponiamo, firmate da Orazio Valenti, e scattate in vari momenti della nottata, documentano quanto avvenuto.

Foto Matilde Riccioli

Foto Orazio Valenti
Foto Orazio Valenti
Foto Orazio Valenti
Foto Orazio Valenti

Poco dopo la mezzanotte di ieri era ripresa l’attività stromboliana dal Cratere di Sud est dell’Etna, con la cenere che si disperdeva nel settore sud-orientale del vulcano.
Poco prima gli strumenti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, avevano registrato un rapido incremento dell’ampiezza del tremore vulcanico, con il centroide delle sorgenti localizzato nell’area del Sud est a una profondità di circa 2.900 metri.

Poco prima dell’una e trenta del mattino le telecamere di sorveglianza avevano registrato un piccolo trabocco lavico dalla bocca orientale del cratere di Sud Est che si dirigeva in direzione Est.

Dalle 2.40, mentre il tremore vulcanico aveva raggiunto valori molto alti, l’attività stromboliana era gradualmente aumentata e il flusso lavico diretto verso la valle del Bove, ben alimentato, aveva raggiunto quota 2.900 metri.

L’attività stromboliana si era mutata in fontana di lava e, poco prima delle quattro del mattino, era stato individuato un secondo flusso lavico che si propagava in direzione Sud ovest, mentre continuava a essere cospicua la quantità di cenere emessa dal cratere.

La fontana di lava era gradualmente cessata a partire dalle sei del mattino, dopo che il tremore vulcanico era sceso fino a raggiungere livelli medio-bassi, ma era rimasta una modesta emissione di cenere e i due flussi lavici continuavano a essere alimentati.
Era stato osservato inoltre un terzo, modesto, flusso lavico sul lato sud orientale del cratere.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684