Filiere agricole e mercati locali, ultimi giorni per i contributi - QdS

Filiere agricole e mercati locali, ultimi giorni per i contributi

Giuliano Michele

Filiere agricole e mercati locali, ultimi giorni per i contributi

venerdì 26 Aprile 2019 - 00:00
Filiere agricole e mercati locali, ultimi giorni per i contributi

Spettano ad agricoltori, cooperative, trasformatori e rivenditori, uniti in gruppi con e operatori dei settori della filiera alimentare, associazioni di produttori e organizzazioni interprofessionali

PALERMO – Un altro milione di euro da spendere per l’agricoltura siciliana. È stata avviata la seconda sottofase per la presentazione delle istanze del sostegno per la sottomisura 16.4 “Sostegno alla cooperazione di filiera, sia orizzontale che verticale, per la creazione e lo sviluppo di filiere corte e mercati locali e sostegno di attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali” del Psr Sicilia 2014/2020.

Tale sottomisura consentirà di migliorare l’integrazione dei produttori primari nella filiera agroalimentare, sostenendo la cooperazione di filiera orizzontale e verticale per la creazione e lo sviluppo di filiere corte e mercati locali, nonché rilanciare i prodotti tipici. In mancanza di una forte cooperazione di filiera, infatti, nonostante la produzione possa essere di grande qualità, non si può creare quella connessione tra i sistemi di distribuzione organizzata fondamentale per far sì che le remunerazioni dei diversi sistemi produttivi sia consona al lavoro svolto e al prodotto ottenuto.

A maggior ragione in Sicilia, dove la connotazione geografica caratterizzata dall’essere un’isola penalizza fortemente le imprese regionali di piccole dimensioni nell’approccio con i mercati di sbocco, che necessitano di un livello di competitività non indifferente. I costi di trasporto e insieme i tempi che questo necessita, insieme alla deperibilità del prodotto agroalimentare possono diventare un fattore disincentivante, mentre lavorare insieme può aiutare a superare queste difficoltà, riducendo il numero degli intermediari, e allo stesso tempo investendo sulla promozione del prodotto.

Potranno beneficiarne agricoltori, cooperative, trasformatori e rivenditori, aggregati in gruppi di cooperazione, tra almeno un agricoltore e un soggetto compreso tra operatori dei settori agricolo e forestale e della filiera alimentare e altri soggetti che contribuiscono alla realizzazione degli obiettivi e delle priorità della politica di sviluppo rurale, come le associazioni di produttori, le cooperative e le organizzazioni interprofessionali. Ancora, potranno partecipare al bando poli e reti di nuova costituzione o già esistenti, che intraprendono una nuova attività.

È ammessa a finanziamento la promozione delle filiere corte e dei mercati locali, attraverso l’organizzazione o l’allestimento di eventi e iniziative di valorizzazione delle produzioni locali (fiere, sagre, mercati del contadino, etc.), con una particolare attenzione alle produzioni di qualità. Ancora, si potranno organizzare e realizzazione educational tour e visite aziendali, per permettere di conoscere direttamente i luoghi di produzione, i metodi di lavorazione dei prodotti, le caratteristiche del territorio.

Sarà possibile finanziare campagne di promozione presso i mercati ortofrutticoli, presso i punti vendita e strutture del canale Ho.Re.Ca. siciliani che prevedono la vendita dei prodotti al consumatore e la creazione di portali e siti web, nonché di App finalizzati alla vendita diretta on line. Il sostegno sarà concesso sotto forma di contributo in conto capitale, e andrà a coprire il totale dei costi sostenuti e ritenuti ammissibili, per un massimo di 100 mila euro per progetto, al netto dell’iva.

Le domande di sostegno dovranno essere presentate attraverso il portale Sian di Agea entro il 30 aprile prossimo. Chi ha già partecipato alla prima fase della sottomisura, chiusa nel 2018, non può partecipare alla seconda fase appena aperta.

Michele Giuliano

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684