“Finanziare l’editoria o fallisce la democrazia” - QdS

“Finanziare l’editoria o fallisce la democrazia”

redazione

“Finanziare l’editoria o fallisce la democrazia”

venerdì 04 Ottobre 2019 - 06:00
“Finanziare l’editoria o fallisce la democrazia”

Il sottosegretario Andrea Martella ha parlato di “clima diverso”. “Il fondo va mantenuto, iniziative già in manovra”. “Devono esserci forme di sostegno diretto e indiretto"

ROMA – Il mercato dell’editoria è un settore troppo importante per la nostra società perché possa fallire. Nel caso questo dovesse accadere si potrebbe parlare di un vero e proprio “fallimento della democrazia”.
Lo ha sostenuto il sottosegretario all’Editoria, Andrea Martella, intervenendo a un convegno nell’ambito del ‘Festival delle Città’.

“Il finanziamento statale per il fondo per il pluralismo – ha chiarito Martella – dovrà essere mantenuto, considerate le difficoltà dell’editoria. Dobbiamo essere consapevoli – ha avvertito – che non possiamo permetterci un fallimento di questo mercato perché sarebbe un fallimento della democrazia”.

Martella ha quindi aggiunto che allora “devono esserci forme di sostegno diretto, indiretto, alla domanda, all’allargamento degli incentivi fiscali per gli inserzionisti, a forme ulteriori di aiuto per esempio agli abbonamenti cartacei e digitali”.

Insomma, sono state ancora le parole del sottosegretario, bisogna mettere in campo “una politica di strumenti per affrontare la crisi consci e per permettere al mondo dell’editoria di affrontare, nello stesso tempo, la necessaria modernizzazione tecnologica”.

“Dal mio arrivo a Palazzo Chigi come sottosegretario all’Editoria ho cercato di instaurare un clima diverso, di dialogo con tutti quelli che si occupano del settore” – ha spiegato Martella facendo evidentemente riferirmento al precedente clima di conflitto tra il governo e il mondo dell’informazione – . Nelle prossime settimane farò tavoli con tutti i soggetti interessati all’informazione con iniziative tangibili e concrete già nella prossima legge di bilancio”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684