Governo, ecco i sottosegretari, solo tre (più uno) i siciliani - QdS

Governo, ecco i sottosegretari, solo tre (più uno) i siciliani

redazione web

Governo, ecco i sottosegretari, solo tre (più uno) i siciliani

giovedì 25 Febbraio 2021 - 06:36
Governo, ecco i sottosegretari, solo tre (più uno) i siciliani

Tutti del Movimento cinque stelle: Cancelleri, Di Stefano e Barbara Floridia. Più lo "straniero" Giorgio Mulè. Tra i trentanove sottosegretari venti uomini e diciannove donne. Manca ancora lo sport. Sei i viceministri

Il Cdm ha dato il via libera alla lista dei sottosegretari del governo Draghi: sono in tutto trentanove e di questi venti uomini e diciannove donne e la delega allo sport sarà assegnata successivamente.

Subito polemiche per il fatto che tra i sottosegretari ci siano soltanto tre siciliani e tutti del Movimento cinque stelle. Più uno “straniero”, ossia un siciliano di nascita che da sempre vive fuori.

Nel puzzle dei sottosegretari, dunque, gli unici pezzi siciliani li ha incastrati il M5s: Giancarlo Cancelleri è stato riconfermato al Ministero dei Trasporti, Barbara Floridia all’Istruzione e Manlio Di Stefano agli Esteri.

In realtà, come detto, un quarto siciliano – ma solo di nascita – c’è: si tratta di Giorgio Mulè, nominato sottosegretario alla Difesa.

Ma a fare il suo nome non è stato il leader di Fi in Sicilia, Gianfranco Miccichè, che al partito aveva consegnato i nomi di Gabriella Giammanco e Gaetano Armao e ora probabilmente presenterà il conto ai vertici nazionali.

In tanti avevano sperato fino all’ultimo di entrare nella lista di sottogoverno, ma sono stati stoppati dal gioco a incastro fatto di veti ed equilibri politici.

Così sono rimasti fuori, per esempio, il sindaco di Lampedusa Martello (Pd), Davide Faraone (Iv), Steni Di Piazza (M5s), ma anche Roberto Lagalla, molto gradito al ministro Patrizio Bianchi ma senza big sponsor tra i partiti.

Ci sperava anche Saverio Romano, sponda Noi per l’Italia, neanche lui ce l’ha fatta.

Sul fronte del Manuale Cencelli, alla fine i sottosegretari sono undici per il M5s, nove per la Lega, sei per FI e Pd, due per Italia Viva, uno di Leu, uno del centro democratico, e uno di +Europa.

I sei viceministri

Per completare il quadro c’è da dire che nemmeno tra i sei viceministri – quattro donne e due uomini – ci sono siciliani. Si tratta di Marina Sereni (Esteri), Laura Castelli (Economia), Gilberto Pichetto Fratin e Alessandra Todde (Sviluppo economico), e Teresa Bellanova e Alessandro Morelli (Infrastrutture e Trasporti). Torna in sella anche Ivan Scalfarotto.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684