Grandi manovre, destra federata, Casaleggio via dal M5s - QdS

Grandi manovre, destra federata, Casaleggio via dal M5s

redazione web

Grandi manovre, destra federata, Casaleggio via dal M5s

domenica 06 Giugno 2021 - 06:21

Telefonata Salvini-Berlusconi per mettere insieme i conservatori del Governo. La paura che la Lega si "mangi" Fi. Tra i pentastellati accordo sui dati e abbandono da parte del figlio del fondatore

Grandi manovre nella politica italiana: ieri sera nuova telefonata tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi con, al centro del colloquio, la federazione del centrodestra al Governo. Ossia senza il convitato di pietra Giorgia Meloni.

I due leader hanno convenuto che il progetto è importante e positivo: sarà aperto a tutti i gruppi della coalizione che sostengono Mario Draghi.

La paura, in Forza Italia, è quella, visti i sondaggi sulla Lega, che il partito di Salvini si “mangi” quello di Berlusconi.

E, nel corso del colloquio – per quel che può valere – è stato ribadito che non vi sarà alcuna annessione da parte della Lega dei partiti più piccoli.

Tutti i protagonisti, hanno chiarito Berlusconi e Salvini, avranno pari dignità.

E se a destra si parla di federazione, nel M5s si è consumata una separazione, quella tra il partito di Grillo e Davide Casaleggio, dopo l’accordo con la piattaforma Rousseau sui dati degli iscritti annunciato da Giuseppe Conte, leader in pectore dei Cinque Stelle.

“Il tempo dell’attesa e dei rinvii è finito, il Movimento 5 Stelle entra, forte delle sue radici, in una nuova storia” ha annunciato Conte con un post su Facebook.

“Giugno segna l’inizio del nostro ‘secondo tempo’: siamo finalmente in possesso dei dati degli iscritti ed è stato raggiunto l’accordo con l’associazione Rousseau”.

I dati, come confermato dal Garante della Privacy, saranno consegnati entro cinque giorni e il percorso del Movimento proseguirà su un’altra piattaforma telematic.

“Mi sono direttamente confrontato con Davide Casaleggio – ha detto Conte – e abbiamo trovato una soluzione, che consentisse la partenza di questa nuova fase, mettendo fine alle varie pendenze e onorando i pagamenti. Le strade si dividono ma con pieno rispetto da parte nostra. Casaleggio è un nome che evocherà sempre la storia del Movimento e chi non rispetta la propria storia non rispetta se stesso”.

Presto saranno presentati il nuovo Statuto e la Carta dei principi e dei valori ed entro la fine del mese si voterà on line prima sullo Statuto e poi sul nuovo leader del M5S.

La linea dei pentastellati passerà dalla lotta alle disuguaglianze socio-economiche e alla precarietà, dalla vicinanza ai bisogni dei giovani, delle famiglie e delle imprese, dall’impegno per un futuro eco-sostenibile, per l’etica pubblica e per rafforzare la legalità contro tutte le mafie.

Casaleggio, “non è più il mio M5s”

Il presidente di Rousseau Davide Casaleggio, dopo l’accordo con i pentastellati per il trasferimento dei dati degli iscritti, ha annunciato che abbandonerà il Movimento.

“Qualche giorno fa – ha aggiunto – ho espresso con chiarezza quale fosse, a mio avviso, la via da percorrere per risolvere le criticità nel quale si è trovato il MoVimento 5 Stelle. Ho chiesto a tutti gli organi legittimati di indire un voto, mettendo a disposizione Rousseau, al fine di dare seguito alle decisioni degli iscritti nel pieno rispetto dello Statuto. Mi è stato indicato che si vuole percorrere un’altra via, come purtroppo accaduto troppe volte nell’ultimo anno sacrificando la democrazia partecipata con violazioni statutarie ripetute e mancato rispetto delle decisioni degli iscritti, quando consultati. Ne prendo atto con rammarico”.

“Con dolore – ha concluso – al completamento del passaggio dei dati, mi disiscriverò dal MoVimento 5 Stelle come tanti hanno deciso di fare negli ultimi mesi. Questo non è più il MoVimento e sono certo non lo avrebbe più riconosciuto nemmeno mio padre”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684