In Italia un morto ogni 10 minuti per obesità e un bambino su quattro in sovrappeso - QdS

In Italia un morto ogni 10 minuti per obesità e un bambino su quattro in sovrappeso

redazione

In Italia un morto ogni 10 minuti per obesità e un bambino su quattro in sovrappeso

mercoledì 15 Maggio 2019 - 00:05
In Italia un morto ogni 10 minuti per obesità e un bambino su quattro in sovrappeso

Il progetto ObeCity per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema e promuovere l’adozione di corretti stili di vita

in collaborazione con ITALPRESS

ROMA – Per obesità muoiono in Italia 57.000 persone ogni anno, 1.000 a settimana, 150 al giorno, 1 ogni 10 minuti. È da questi dati allarmanti che nasce l’idea di SG Company, uno dei principali player in Italia nella comunicazione integrata Live & Digital e quotata all’AIM Italia di Borsa Italiana dal 26 luglio 2018, per ObeCity: un progetto nato per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’obesità e promuovere la prevenzione e l’adozione di corretti stili di vita.

ObeCity è la fusione delle parole obesità e city, l’incontro tra un problema e un luogo, la speranza che in un luogo sicuro come la propria città si possa aiutare le persone a risolvere il loro problema cominciando dalla prevenzione.

Obiettivo del Progetto è quello di avviare una vera e propria svolta culturale riguardo al tema dell’obesità per sensibilizzare la popolazione sui tanti e gravi rischi che questa patologia comporta, promuovendo l’adozione di stili di vita corretti (movimento fisico e alimentazione sana) e divulgando informazioni utili sulla malattia.

“Con ObeCity vogliamo contribuire attivamente alla lotta contro l’obesità portando l’attenzione su una malattia che necessita di maggior eco mediatica e più consapevolezza da parte della cittadinanza – afferma Davide Verdesca, Chairman & CEO di SG Company -. Attraverso il format ObeCity si manifesta il nostro costante impegno nella creazione di valore, un obiettivo che in SG Company rinnoviamo ogni giorno e che ci permette di riunire i più autorevoli esperti di ogni settore specifico, portando il loro know how all’intera comunità. SG, del resto, è l’acronimo di Sharing Growth ed è per questo che ObeCity si colloca in una precisa area di Communication Shared Value”.

ObeCity prevede l’organizzazione di Roadshow nelle principali piazze italiane e la redazione di una “Guida per conoscere, prevenire e combattere l’obesità” che sarà realizzata da un Advisory Board, composto da 10 esperti del mondo scientifico, della nutrizione e della comunicazione, presieduto da Michele Carruba, Presidente Centro Studi e Ricerche sull’Obesità dell’Università degli Studi di Milano.

“I dati dell’obesità devono far riflettere – spiega il presidente dell’Advisory Board, Michele Carruba -. Sono 25 milioni gli italiani in sovrappeso, 6 milioni gli obesi (+10% rispetto al 2001). Un bambino su 4 è in sovrappeso, 1 su 8 è obeso. Molte persone, inoltre, non hanno la giusta percezione del proprio peso. L’obesità è una malattia che si può e si deve combattere, ma va adeguatamente comunicata. È con questo intento che l’Advisory Board stilerà una guida per creare una migliore/maggiore percezione del problema e finalizzata a sensibilizzare la popolazione su corretti stili di vita, sana alimentazione, importanza dell’attività fisica e giuste attenzioni da adottare ogni giorno. Sarà un lavoro sinergico che consentirà a ognuno dei componenti di portare un valore aggiunto grazie alla propria esperienza clinica, scientifica e professionale di gestione della malattia”.

Il prossimo 18 maggio in occasione della giornata Europea dell’Obesità, si terrà a Catania – una delle città più colpite secondo gli Studi – la prima tappa del Roadshow. Per l’occasione sarà allestito un villaggio, in Piazza Università, dove tutta la popolazione potrà praticare sport, ricevere materiale informativo sulla patologia e sui sani stili di vita da seguire, effettuare una visita gratuita per misurare il BMI (Body Mass Index) o Indice di Massa Corporea, testare la glicemia, provare la pressione arteriosa ed effettuare l’elettrocardiogramma, grazie alla presenza di medici presso il village.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684