Isole minori, 31 associazioni scrivono a Schifani e Salvini: "Tutelare collegamenti" - QdS

Isole minori, 31 associazioni scrivono a Schifani e Salvini: “Tutelare collegamenti”

web-sr

Isole minori, 31 associazioni scrivono a Schifani e Salvini: “Tutelare collegamenti”

web-sr |
lunedì 14 Novembre 2022 - 15:24

Le 32 associazioni denunciano "le gravi carenze a carico del sistema dei collegamenti che interessano le 14 isole".

Sono 32 le associazioni che hanno sottoscritto una nota inviata al ministro dei Trasporti, Matteo Salvini, e al presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, oltre ai sindaci delle isole minori della Sicilia, per denunciare “le gravi carenze a carico del sistema dei collegamenti che interessano le 14 isole“.

Le associazioni, in particolare, ritengono “disatteso” l’articolo della Costituzione secondo cui “la Repubblica riconosce le peculiarità delle Isole e promuove le misure necessarie a rimuovere gli svantaggi derivanti dall’insularità“, visto “il regredire dei servizi che dovrebbero garantire la mobilità, la continuità territoriale ma anche lo sviluppo socio-economico dei territori micro insulari”.

“Necessario ripristinare tratte e tariffe”

Le associazioni sottolineano la necessità “di ripristinare le tratte, le corse e le tariffe dei servizi essenziali gestiti con convenzione statale da SNS, più volte denunciata sin dallo scorso anno e i cui effetti sono emersi in modo disastroso già a partire dal 1 ottobre”.

Viene inoltre menzionata “l’assenza di formale coinvolgimento degli enti locali nelle fasi di definizione e monitoraggio dei servizi oltre che la necessità di apportare delle modifiche agli orari dei servizi integrativi regionali, di ripristinare le agevolazioni tariffarie a carico dei lavoratori pendolari e di prevedere il sistematico recupero delle corse non effettuate”.

“Il recente comunicato della Regione Siciliana – indicano le associazioni – nel quale si fa riferimento agli ‘annunciati tagli’ e a un ripristino delle corse SNS ‘sino all’aggiudicazione delle nuove gare della Regione, sia per le navi sia per gli aliscafi’, coglie solo parzialmente nel segno e non fa altro che spostare in avanti il problema“.

“Emerge chiaramente, infatti, dai territori l’intenzione di non voler rinunciare in alcun caso agli assetti essenziali che avrebbe dovuto garantire la convenzione statale. Questi dovrebbero essere gradualmente adeguati alle nuove esigenze di progresso dei territori e non ridotti per essere parzialmente compensati dai servizi integrativi regionali”, concludono le associazioni.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001