Questura di Enna sbarca su Facebook per stare più vicina alla comunità - QdS

Questura di Enna sbarca su Facebook per stare più vicina alla comunità

Elisa Saccullo

Questura di Enna sbarca su Facebook per stare più vicina alla comunità

mercoledì 18 Marzo 2020 - 00:00
Questura di Enna sbarca su Facebook per stare più vicina alla comunità

Ampliamento dei canali di comunicazione per assicurare ai cittadini servizi sempre più veloci. L’obiettivo è favorire un migliore confronto e maggiore dialogo con gli utenti dei social network

ENNA – La Polizia di Stato ha ampliato i propri canali di comunicazione proiettandosi verso una nuova sfida per assicurare al cittadino e alla comunità provinciale servizi sempre più rispondenti alle necessità del territorio.

Così la Questura ha attivato la propria pagina Facebook, per informare, comunicare e ricevere informazioni favorendo la partecipazione, il confronto e il dialogo con i propri interlocutori. Soprattutto in questo momento così delicato per tutta la Comunità.

Il progetto della pagina Facebook, sostenuto dal questore Corrado Basile, vuole aprire sempre più l’istituzione alla gente attraverso un canale che, in considerazione della spiccata capacità comunicativa, consente di raggiungere in particolar modo le nuove generazioni.

“In questi spazi e con queste finalità – ha evidenzia il neo questore ennese – la Polizia di Stato, utilizzando internet, i social e ora anche Facebook, intende perseguire finalità istituzionali e di interesse generale. Tramite i social media, così, la Polizia di Stato, gli uffici territoriali e in particolare le Questure d’Italia informeranno i cittadini sull’attività dei Commissariati, Divisioni e di tutte le specialità presenti nei territori, sulle ricorrenze istituzionali e sulle iniziative”.

I contenuti pubblicati riguarderanno comunicati stampa, ricorrenze istituzionali, eventi, comunicazioni del capo della Polizia o dei questori della Repubblica, nonché aggiornamenti per le situazioni di emergenza.

Con la pagina “Agente Lisa” la Questura di Enna persegue le medesime finalità con un approccio friendly e più vicino ai cittadini. Mediante tali servizi, la Polizia di Stato potrà condividere e rilanciare anche contenuti e messaggi di pubblico interesse e utilità, realizzati da soggetti terzi (altri enti, soggetti o cittadini della comunità), verificandone la veridicità, la precisione e l’attendibilità.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684