La Valle dei Templi è in grande crescita, occorre investire per migliorarsi ancora - QdS

La Valle dei Templi è in grande crescita, occorre investire per migliorarsi ancora

Pietro Vultaggio

La Valle dei Templi è in grande crescita, occorre investire per migliorarsi ancora

mercoledì 28 Agosto 2019 - 01:00
La Valle dei Templi è in grande crescita, occorre investire per migliorarsi ancora

Il sindaco Firetto: “Innovazione sociale e culturale, anche in vista dei 2.600 anni della città”. I risultati ottenuti a cavallo di Ferragosto fanno ben sperare per il prossimo futuro

AGRIGENTO – In attesa dei dati finali agosto, la Valle dei Templi si gode il boom di visitatori coinciso con il Ferragosto, quando sono stati 6.500 gli ospiti nella Città dei Templi e 3.367 quelli del Teatro Antico di Taormina.

“Numeri – ha affermato il sindaco Lillo Firetto – che incoronano Agrigento regina delle visite. Nonostante i ritardi del sistema infrastrutturale, che penalizza la città capoluogo e il suo hinterland, e malgrado una crisi che investe l’intero comparto turistico, la Valle dei Templi è ancora l’attrattore più interessante e stacca di quasi il doppio il secondo sito in classifica”.

Una considerazione che vuole spingere, sempre di più, gli operatori turistici a fare sistema per promuovere il territorio. “Noi siamo pronti a investire sul 2020 – ha detto Firetto – con un programma d’innovazione sociale e culturale, che coinvolga non soltanto la città, ma anche altre realtà siciliane, italiane e straniere sulle celebrazioni di 2.600 anni di storia”.

Le imprese e, più in generale, gli investitori privati possono contribuire in modo determinante per far sì che si possa mantenere questo trend positivo e rendere l’economia locale sempre più produttiva. “Dal canto nostro – ha concluso il sindaco di Agrigento – ci rammarichiamo soltanto del fatto che il bilancio comunale, bloccato per quattro anni, non ci abbia consentito di poter investire i fondi della tassa di soggiorno come avremmo voluto. Un’operazione finanziaria molto complessa ha salvato il Comune di Agrigento dal dissesto, ma il sacrificio ha determinato anche il blocco di quei fondi necessari ad avviare le iniziative di promozione e i progetti necessari a supportare il comparto turistico. Bisogna approfondire la discussione tra pubblico e privato perché si possa fare di Agrigento una vera destinazione turistica. Programmare, progettare, studiare, operare delle scelte, agire. Questo sappiamo fare. Su questo piano dobbiamo continuare a confrontarci con tutti coloro che mostrano medesime volontà. Il resto sono solamente chiacchiere”.

La politica è vincente solo quando mette al primo posto il progresso del territorio, perché inevitabilmente ne consegue un ritorno economico e il benessere dei cittadini.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684