Licata e i comuni limitrofi vogliono salvare l’ospedale San Giacomo D'Altopasso - QdS

Licata e i comuni limitrofi vogliono salvare l’ospedale San Giacomo D’Altopasso

redazione

Licata e i comuni limitrofi vogliono salvare l’ospedale San Giacomo D’Altopasso

mercoledì 13 Aprile 2022 - 09:54

La Commissione consiliare Sanità licatese e quella di Ravanusa si sono riunite per affrontare il tema del depotenziamento del San Giacomo d’Altopasso. Oggi un importante incontro con il dg Asp

AGRIGENTO – L’Aula consiliare del Comune di Licata ha ospitato la locale Commissione consiliare Sanità – presieduta da Mimmo Sambito e composta dai consiglieri comunali Angelo Curella, Gabriella Di Franco, Martina Farruggio, Venera Lauria e Jenna Ortega – insieme a quella del Comune di Ravanusa – composta dai consiglieri comunali Giuliana Miceli, Marisabel Sciandrone e presieduta da Salvatore Pennica.

Mancanza di personale medico e paramedico

Al centro della riunione, cui ha preso parte anche il presidente del Consiglio comunale di Licata, Giuseppe Russotto, la grave situazione in cui versa l’ospedale licatese San Giacomo D’Altopasso, che a causa della mancanza di personale medico e paramedico rischia il collasso e la conseguente chiusura dei vari reparti, con gravi conseguenze per la comunità locale e per quelle dei paesi limitrofi.

“Nonostante le continue sollecitazioni rivolte ai vertici della sanità provinciale e regionale – hanno scritto in una nota i rappresentanti della Commissione Sanità del Comune di Licata – a oggi nulla si è mosso per risolvere le gravi criticità che attanagliano il nosocomio locale”.

“Il San Giacomo d’Altopasso – hanno aggiunto – è da sempre punto di riferimento per i comuni limitrofi che con Campobello di Licata, Palma di Montechiaro e Ravanusa, assieme a Licata, costituiscono un bacino d’utenza non indifferente, composto da migliaia di cittadini”.

I rappresentanti del Comune di Licata hanno voluto ringraziare i colleghi della Commissione Sanità del Comune di Ravanusa per il loro qualificato sostegno. “Ormai da diverso tempo – hanno aggiunto i consiglieri licatesi – assistiamo a un progressivo depauperamento di figure essenziali nei vari reparti ospedalieri, con il serio rischio che il nostro nosocomio chiuda definitivamente i battenti”.

È in programma per oggi, nel frattempo, un incontro che si terrà tra Mario Zappia, direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento, il vice sindaco del Comune di Licata Antonio Montana, il presidente del Consiglio Comunale di Licata Giuseppe Russotto e il presidente della Commissione Sanità del Comune di Licata Mimmo Sambito per ristabilire il regolare funzionamento del nosocomio.

“Noi non ci fermeremo – hanno concluso i consiglieri comunali – e continueremo a lottare fino a quando non sarà garantito il diritto alla salute delle comunità interessate, attraverso un miglioramento della qualità dei servizi sanitari erogati”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684