Lotti di carne a rischio salmonella ritirati dal mercato - QdS

Lotti di carne a rischio salmonella ritirati dal mercato

redazione

Lotti di carne a rischio salmonella ritirati dal mercato

mercoledì 12 Agosto 2020 - 00:00

ROMA – Un nuovo ritiro di prodotti interessa l’intero territorio nazionale. Il ministero della Salute ha annunciato il ritiro dal commercio di un lotto di tartare di bovino adulto – scottona, per un possibile rischio di contagio microbiologico per i consumatori.

Per la precisione, l’alimento conterrebbe il batterio della salmonella spp. Il prodotto richiamato dai mercati è un lotto di carne commercializzato da Lidl Italia con denominazione di vendita Tartare di bovino adulto – scottona in confezioni da circa 200 gr ciascuna. L’alimento incriminato è la carne Tartare di bovino adulto – scottona e ha come marchio di identificazione IT 2533/S CE, con lotto numero 507007 da consumarsi preferibilmente entro la data indicata del 14/08/2020. Lidl Italia ha deciso di richiamare la carne incriminata ma in caso di acquisto si prega di riportare il prodotto presso il punto vendita di riferimento, con conseguente rimborso. La salmonella è un batterio la cui infenzione può essere facilmente trasmessa tramite alcuni alimenti. Esso è responsabile della patologia denominata salmonellosi, importata nell’organismo umano tramite l’ingerimento di cibi contaminati. La salmonellosi è la principale responsabile di infezioni all’apparato digerente. I tipici sintomi della malattia sono disturbi quali diarrea, vomito, sangue nelle feci, nausea, mal di testa, febbre e dolori addominali. “Oltre al cibo – evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello ‘Sportello dei Diritti’ – gli esseri umani vengono infettati anche tramite l’ingerimento di acqua contaminata. In alcuni casi la salmonella può essere pericolosa, in quanto portatrice di attacchi di diarrea provocanti la disidratazione, per cui è necessario l’intervento medico. Va detto che l’autorità, in questo caso il ministero della Salute, può anche stabilire la revoca del ritiro e del richiamo dei prodotti”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684