Mazara, ponte sul fiume Arena, slitta il termine dei lavori - QdS

Mazara, ponte sul fiume Arena, slitta il termine dei lavori

Pietro Vultaggio

Mazara, ponte sul fiume Arena, slitta il termine dei lavori

mercoledì 21 Settembre 2022 - 08:35

Bisognerà attendere dicembre. dicembre. Nel frattempo si aprirà una carreggiata a senso unico alternato. Il sindaco di Mazara del Vallo al QdS: “A lavori ultimati garantiremo noi la manutenzione”

MAZARA DEL VALLO (TP) – Ritorniamo a battere chiodo su un problema che ha bloccato un tratto della viabilità mazarese: i lavori di manutenzione straordinaria del ponte sul fiume Arena, che risulta chiuso dallo scorso 9 settembre e i cui lavori sulla struttura sono iniziati lo scorso 16 maggio.

Il cantiere avrebbe dovuto concludersi entro la fine di agosto, ma ci sono stati dei ritardi, così come scrive il Commissario Straordinario del Libero Consorzio Comunale di Trapani, Raimondo Cerami, in una nota: “Nello scorso mese di agosto, con determinazione ancora pubblicata all’Albo di questo Ente, è stata autorizzata, su parere e relazione favorevole della direzione lavori, la modifica del termine contrattuale dall’8 agosto al 6 dicembre 2022, avendo preso atto, giusta documentazione prodotta dalla ditta esecutrice, del ritardo nella consegna delle materie prime necessarie per la realizzazione dei componenti in acciaio, nonché il minerale da utilizzare per la sabbiatura, con il conseguente slittamento della data conclusione dei lavori, per un tempo corrispondente ai ritardi in parola”. Ma ci sono delle novità, sempre nella nota si legge: “Dato lo stato di avanzamento degli interventi è stato richiesto dagli uffici del Libero Consorzio alla direzione dei lavori ed alla Ditta esecutrice di valutare la possibilità di aprire il ponte, con la previsione che alcune lavorazioni vengano effettuate consentendo il transito veicolare anche se a senso unico alternato”.

Noi del QdS abbiamo sentito il sindaco di Mazara, Salvatore Quinci, per capirne di più: “Venerdì scorso ho ascoltato il presidente Cerami, con il quale ho avuto continue conversazioni. Mi ha riferito che in questi giorni dovrebbe riaprire il ponte ad una sola corsia a traffico alternato. In questo momento il Libero Consorzio sta definendo una variante di progetto e subito dopo emetterà una ordinanza per riaprire al traffico una carreggiata della struttura. Questa soluzione, anche se crea qualche piccolo disagio, eviterebbe di percorrere il percorso alternativo che passa attraverso alcune tenute. È un momento molto atteso, il ponte è chiuso da un anno perché ritenuto pericoloso da una perizia effettuata a settembre 2021. Adesso il cantiere verrà chiuso nel mese di dicembre e questo ritardo è da addebitare alla carenza di materie prime, mancanza che ha colpito tutte le economie occidentali nel corso di questi mesi, e dai ritardi di consegna post pandemia. Capisco anche che i tanti residenti del quartiere Bocca Arena, che hanno vissuto un anno pieno di disagi, guardano a queste cose con distacco perché il loro interesse è quello di avere una strada sicura e breve per raggiungere il centro cittadino”.

Sull’aumento spropositato dei prezzi che ha fatto slittare anche la somma prevista inizialmente per la fine dei lavori, Quinci dice: “Attualmente c’è una variante di perizia, rispetto al valore originario, che garantirà il perfetto completamento del ponte. Inoltre, quando il cantiere verrà chiuso definitivamente, il Comune di Mazara ne acquisirà la competenza e ne dovremo garantire la manutenzione annuale, secondo il piano che ci verrà consegnato dall’impresa che lo ha risistemato, ed in più dovremo ripristinare l’illuminazione, attualmente assente. Faremo anche l’illuminazione del tratto stradale Mazara-Torretta Granitola, mentre alcuni pali all’avanguardia sono stati messi in via Napoli (all’interno del quartiere Bocca Arena), intervento atteso da più di un decennio. Stiamo iniziando adesso la progettazione ed il reperimento delle risorse per far fronte, entro dicembre, a quanto di nostra competenza”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684