Immobiliare, in Sicilia comprare conviene, prezzi giù dell’1,4% - QdS

Immobiliare, in Sicilia comprare conviene, prezzi giù dell’1,4%

Natalie Maida

Immobiliare, in Sicilia comprare conviene, prezzi giù dell’1,4%

martedì 28 Gennaio 2020 - 00:00
Immobiliare, in Sicilia comprare conviene, prezzi giù dell’1,4%

Indagine Fimaa-Confcommercio, nel 2019 compravendite +3,6% contro +4,3% nazionale”. Più alti del dato medio italiano gli sconti sui prezzi di offerta (12,7% contro 10,5%)

ROMA – Nel 2019 le compravendite immobiliari residenziali nelle città italiane sono cresciute del 4,3% rispetto all’anno precedente.

La Sicilia insieme al Sud e le Isole vedono un incremento del 3,6% con prezzi che calano mediamente dell’1,4% contro il -0,4% dell’Italia. A dirlo sono i risultati dell’indagine sul mercato delle abitazioni condotta dalla Federazione italiana mediatori agenti d’affari (Fimaa), aderenti a Confcommercio-Imprese per l’Italia.

L’indagine mette in evidenza anche i dati relativi agli sconti medi sul prezzo di offerta registrati in Sicilia che dimostrano una buona influenza della domanda sulla variazione dei prezzi a livello contrattuale. Gli sconti hanno una percentuale più alta di due punti (12,7%) rispetto al dato del resto d’Italia (10,5%). Sembra invece poco al di sotto quello del Mezzogiorno con l’11,8%.
Sul fronte relativo ai tempi medi di vendita, invece, con circa sei mesi e mezzo, la nostra regione è perfettamente allineata con il resto d’Italia.

Nell’indagine condotta da Fimaa vengono presi in esame dieci capoluoghi di provincia di grandi dimensioni (sopra i 300mila abitanti). Fanno parte di questo gruppo i due capoluoghi di provincia siciliani, Catania e Palermo, oltre a Napoli, Bari, Bologna, Firenze, Genova, Milano e Torino.
Nella categoria che raggruppa i cosiddetti capoluoghi di provincia medi (tra i 100mila e i 300mila abitanti), la crescita interessa 27 città. Tra queste, figurano due siciliane, Messina e Siracusa, con una percentuale del +4,8 rispetto al 2018 e un calo dei prezzi medi dello 0,4%.

Per quanto riguarda i capoluoghi di provincia siciliani più piccoli, la crescita riguarda Agrigento, Caltanissetta, Enna e Ragusa con il 4,1% con prezzi che segnano però un calo maggiore rispetto alle medie e grandi città: -1,1%.

Il rapporto Fimaa focalizza l’attenzione anche sui contratti d’affitto ordinari che vengono distinti da quelli brevi i quali prevedono una permanenza non superiore ai 30 giorni. Su questo fronte, i risultati sono positivi per la Sicilia: per i contratti ordinari la crescita è stata pari al 2,5% rispetto al l’1,8% della media nazionale, mentre per quelli brevi l’Isola registra un incremento del 3,6% contro il 2,6% nazionale.

Cosa dobbiamo aspettarci nel 2020? Le previsioni dicono che le compravendite continueranno la crescita manifestata nello scorso anno, mentre i prezzi, gli sconti e i tempi di vendita saranno stabili.

Infatti, secondo lo studio, metà dei capoluoghi monitorati registrano un aumento degli scambi del mercato immobiliare e una diminuzione dei prezzi del 47%. Per quanto riguarda il divario dei prezzi richiesti rispetto a quelli effettivi, la Sicilia dovrebbe rientrare nel 50% di stabilità e miglioramento, mentre nei capoluoghi che interessano la zone del Sud e le Isole si registra una percentuale maggiore con una stabilità del 66,7% e il 27% per il miglioramento. Per la restante parte d’Italia il 69% di stabilità e il 20,6 di miglioramento.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684