Migranti, Lampedusa, rafforzate le procedure di controllo - QdS

Migranti, Lampedusa, rafforzate le procedure di controllo

redazione web

Migranti, Lampedusa, rafforzate le procedure di controllo

lunedì 09 Novembre 2020 - 00:09
Migranti, Lampedusa, rafforzate le procedure di controllo

Dopo i drammatici fatti di Nizza il sindaco Martello ha chiesto e ottenuto il potenziamento dei controlli al Governo nazionale. Rafforzate nell'hotspot le procedure di identificazione, anche con l'ausilio di nuovi macchinari e di nuovo personale

Ieri a Lampedusa c’è stato un nuovo “sbarco autonomo”: ventisette persone sono arrivate a bordo di una piccola imbarcazione e, dopo i controlli sanitari e i tamponi, sono state trasferite nel Centro di accoglienza di Contrada Imbriacola.

All’interno della struttura sono state recentemente rafforzate le procedure di identificazione, anche con l’ausilio di nuovi macchinari e di nuovo personale delle Forze dell’Ordine.

“Dopo i drammatici fatti di Nizza – ha detto il sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello – abbiamo chiesto il potenziamento dei controlli e il Governo nazionale e in particolare il Ministero degli Interni si sono attivati predisponendo procedure di identificazione più approfondite e mirate”.

“Al tempo stesso – ha aggiunto – a ogni nuovo arrivo di migranti si effettuano attenti accertamenti dal punto di vista sanitario. È la giusta risposta che si doveva dare, nel pieno rispetto dei diritti di ciascuna persona e nel pieno rispetto della nostra comunità”.

“Presto – ha concluso il Sindaco – le nuove procedure di identificazione entreranno a pieno regime e il trasferimento dei migranti dal Centro di accoglienza alle ‘navi quarantena’ riprenderà con la fluidità necessaria a evitare il sovraffollamento della struttura. Ringrazio il personale delle Forze dell’Ordine e il personale sanitario per lo sforzo che stanno compiendo”.

Trasferiti minori, pronta un’altra nave quarantena

Ieri infatti settanta immigranti minorenni hanno lasciato l’hotspot di Lampedusa e sono stati imbarcati sul traghetto di linea che, in serata, è giunto a Porto Empedocle.

Proseguono intanto gli imbarchi di altri gruppi di ospiti della struttura d’accoglienza sulla nave quarantena Rhapsody dove, in due giorni, sono stati fatti salire 434 migranti.

E’ tornata, intanto, in rada di Lampedusa la nave quarantena Suprema.

Dopo che si ultimeranno gli imbarchi sulla Rhapsody si passerà infatti a far salire i migranti, che hanno ricevuto l’esito del tampone anti-covid e che sono stati identificati, sulla Suprema.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684