Offerte luce e gas: come confrontare tariffe e scegliere la più conveniente

Rincari luce e gas, è incubo bollette: come confrontare le tariffe, ecco cosa sapere

web-mp

Rincari luce e gas, è incubo bollette: come confrontare le tariffe, ecco cosa sapere

web-mp |
martedì 06 Settembre 2022 - 08:56

Come confrontare le tariffe? Dalle voci della bolletta ai calcoli da fare: ecco cosa sapere per scegliere quella più conveniente

Per colpa della crisi energetica e il conseguente arrivo dei rincari per le bollette di luce e gas, mette il consumatore si trova nella condizione di imparare ad orientarsi tra le varie offerte di mercato, per confrontare le tariffe e scegliere la migliore, per risparmiare.

Prima di scegliere, però, è bene conoscere le voci di costi di una bolletta al fine di fare una scelta più consapevole. SOStariffe.it ha stilato un vedemecum, ecco cosa sapere.

Il costo dell’energia elettrica e le tariffe

Il costo della componente luce (indicato in euro a chilowattora €/kWh) è il primo parametro da valutare quando si sceglie un nuovo fornitore. Questa componente è variabile e può essere modificata dai singoli fornitori del mercato libero: consente di distinguere tra tariffe di tipo monorario e tariffe di tipo multiorario.

Fasce orarie: F1, F2, F3

Ci sono 3 diverse fasce orarie (F1, F2 e F3): la tariffa monoraria prevede che non ci siano variazioni di prezzo tra giorno e notte o tra i diversi giorni della settimana. La tariffa multioraria, invece, prevede che i consumi si abbassino la sera e durante i weekend.
La fascia F1 è attiva dal lunedì al venerdì (dalle 8 alle 19), la fascia F2 dal lunedì al venerdì (dalle 7 alle 8 e dalle 19 alle 23 e il sabato dalle 7 alle 23) mentre la F3 è valida dal lunedì al sabato (dalle 23 alle 7, la domenica e nei giorni festivi a qualsiasi ora).

Il costo del gas

Il costo del gas metano viene indicato in euro a Smc (acronimo di Standard metro cubo). Ci sono tuttavia alcune piattaforme internazionali che misurano il prezzo del gas come quello dell’energia elettrica, ovvero in euro a chilowattora

Come viene calcolato il totale del gas in bolletta

Il totale della bolletta del gas viene calcolato aggiungendo a questo costo altri valori: quelli relativi alla spesa per il trasporto e la gestione del contatore, la spesa per gli oneri di sistema, le imposte, i ricalcoli, il bonus sociale, altre partite, che potrebbero includere costi derivanti da interessi di mora, addebito/restituzione del deposito cauzionale, indennizzi automatici, contributi di allacciamento
Gli oneri di trasporto del gas variano in relazione alla zona geografica di appartenenza, perché il prezzo del gas cambia in base a dove è collocata l’utenza

Le offerte luce e gas a prezzo fisso, cosa significa

Una importante differenza tra le tariffe disponibili nel mercato libero è quella che riguarda le offerte luce e gas a prezzo fisso o a prezzo indicizzato. Le prime, quelle a prezzo fisso, prevedono il prezzo bloccato per un determinato periodo di tempo e viene indicato sul contratto della fornitura (in genere corrisponde a 12, 24 o 36 mesi)

La tariffa a prezzo indicizzato

Diverso è il funzionamento della tariffa a prezzo indicizzato che corrisponde a un’offerta variabile in relazione al prezzo di riferimento – precisato nelle condizioni economiche. Nel caso della componente energia, si tratterà del Pun, il Prezzo Unico Nazionale della Borsa elettrica italiana. Per il gas si può avere come riferimento il mercato TTF olandese, ovvero il prezzo del mercato all’ingrosso internazionale, oppure il prezzo del PSV (Punto di Scambio Virtuale) italiano.

Bollette luce e gas 2022, le agevolazioni

Come ricorda SOS Tariffe, c’è tempo fino al 31 dicembre 2022 per accedere allo sconto in bolletta per luce e gas. La principale novità rispetto alle facilitazioni precedente è l’allargamento della platea di beneficiari rispetto al Bonus sociale elettricità e gas già in vigore. La modifica da segnalare è l’innalzamento della soglia Isee fino a 12.000 euro per tutti coloro che ne possono usufruire.

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001