Opera diocesana di Catania, arrivano gli stipendi - QdS

Opera diocesana di Catania, arrivano gli stipendi

web-j

Opera diocesana di Catania, arrivano gli stipendi

web-j |
sabato 04 Dicembre 2021 - 13:34

Carmelo Urzì, segretario provinciale sanità dell’Unione Generale del Lavoro (UGL), ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda la precaria situazione dei 480 dipendenti della ODA

In esclusiva per il Quotidiano di Sicilia, Carmelo Urzì, segretario provinciale sanità dell’Unione Generale del Lavoro (UGL), ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda la precaria situazione dei 480 dipendenti della ODA (Opera diocesana di Catania), che da diversi mesi non percepivano lo stipendio. Queste le sue parole:


“Fortunatamente c’è una prima buona notizia che mi è stata da poco comunicata. Ieri pomeriggio, infatti, è stato comunicato da parte dell’azienda il pagamento degli stipendi di Settembre ed Ottobre. Sicuramente una boccata d’ossigeno in vista del Natale, sperando che le retribuzioni di Novembre e Dicembre, inclusa la tredicesima possono essere pagate puntualmente”.


Ci sono altri problemi che persistono in ODA?


“Uno dei problemi più importanti, riguarda il rinnovo del contratto di 280 lavoratori che è rimasto in stand-by dall’ottobre dello scorso anno. L’azienda tutt’oggi non ha applicato il nuovo contratto. Dopo svariati incontri avvenuti quest’estate non è successo niente. Ci troviamo con una vertenza importante, perché il rinnovo per questi 280 lavoratori , dopo quattordici anni, è di fondamentale importanza.”


Come UGL come avete intenzione di proseguire?


“C’erano tutti i presupposti per arrivare ad un accordo, ma il tavolo si è “rotto”. Naturalmente, adesso, dobbiamo capire con i lavoratori qual è la strada più giusta da intraprendere. Molti di essi sono andati dai propri avvocati intraprendendo le vie legali. Per quanto riguarda la nostra parte, quella sindacale, c’è la piena disponibilità a trovare un accordo, ma se dall’altro lato non c’è la volontà da parte dell’azienda non si andrà da nessuna parte.”

Antonio Licitra

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684