A Pasqua tavole vuote per 5,6 milioni di poveri - QdS

A Pasqua tavole vuote per 5,6 milioni di poveri

redazione

A Pasqua tavole vuote per 5,6 milioni di poveri

mercoledì 31 Marzo 2021 - 00:00

Ma gli italiani sono pronti ad aiutare: il 30% parteciperà a iniziative solidali

ROMA – Mai così tanti italiani in difficoltà a Pasqua per colpa dell’emergenza Covid che ha fatto salire a 5,6 milioni in Italia le persone in povertà assoluta, 1 milione in più rispetto allo scorso anno con il record negativo dall’inizio del secolo. È quanto emerge dall’analisi di Coldiretti su dati Istat, divulgata in occasione dell’operazione di solidarietà del sistema agroalimentare presentata al premier Mario Draghi dalla Coldiretti.

Oltre una famiglia su quattro (28,8%) ha dichiarato un peggioramento della propria situazione economica nel 2020 rispetto all’anno precedente, che ha colpito di più le regioni ricche del Centro (30,5%) e del Nord (28,8%) rispetto al Mezzogiorno (27,7%). La povertà, precisa la Coldiretti, cresce soprattutto al Nord, dove la percentuale di poveri assoluti passa dal 6,8% al 9,4%. Tra i nuovi poveri ci persone e famiglie che mai prima d’ora avevano sperimentato condizioni di vita così problematiche, evidenzia la Coldiretti, con oltre 1,3 milione di bambini e ragazzi under 18, 209 mila in più rispetto al 2019.

Per arginare questa situazione il 30% degli italiani per Pasqua partecipa a iniziative di solidarietà, fa beneficienza e donazioni per aiutare le famiglie più bisognose. Una mobilitazione che vede percentuali maggiori di adesione proprio nelle aree meno prospere del Paese, spiega Coldiretti, dal 33% del Centro al 39% del Sud, con una corsa alla solidarietà che coinvolge più le donne (35%) rispetto agli uomini (24%).

“È uno sforzo corale – commenta il presidente di Coldiretti Ettore Prandini – che dimostra la capacità dell’Italia di unirsi e mobilitare risorse per uscire insieme dalla crisi”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684