Pescherecci in Libia, Armao, "L'Ue intervenga in maniera efficace” - QdS

Pescherecci in Libia, Armao, “L’Ue intervenga in maniera efficace”

Patrizia Penna

Pescherecci in Libia, Armao, “L’Ue intervenga in maniera efficace”

sabato 17 Ottobre 2020 - 00:00
Pescherecci in Libia, Armao, “L’Ue intervenga in maniera efficace”

Il presidente del Comitato europeo delle Regioni, il greco Tzitzikostas: “Garantiamo il nostro impegno a supportare il Governo italiano”. Dalla presidenza dell’Ars, intanto, duemila euro alle famiglie dei pescatori sequestrati

BRUXELLES – Il Presidente del Comitato europeo delle Regioni, Apostolos Tzitzikostas, ha risposto all’interpellanza del Vicepresidente della Regione Gaetano Armao, presentata durante i lavori dell’adunanza plenaria a Bruxelles, che ha sollecitato l’intervento dell’Istituzione europea al fine di assicurare giustizia ed un trattamento umanitario agli equipaggi dei due pescherecci siciliani reclusi in Libia.

“Ci troviamo di fronte un ennesimo attacco della marineria siciliana – scriveva Armao al Presidente del CdR – al quale vi deve essere una risposta che non può essere solo dell’Italia, che finora non è stata peraltro in grado di risolvere questa crisi, ma che deve coinvolgere l’intera Unione Europea, ribadendo che l’Unione, proprio in casi come questi, che pongono in discussione la libertà di propri cittadini e la libera circolazione nelle acque nazionali ed internazionali, sa reagire in modo coeso ed efficace”.

La richiesta dell’esponente del Governo Musumeci, segue le determinate prese di posizione del Presidente della Regione sulla carcerazione dei marinai provenienti dalla Sicilia, ed è stata accolta, dopo il colloquio avuto a Bruxelles, dal Presidente Apostolos Tzitzikostas, il quale oltre a garantire l’appoggio richiesto al Comitato europeo ha dato disponibilità a supportare il Governo regionale nell’apertura di un canale di comunicazione fattivo presso le autorità di Bengasi.

Nella sua lettera di risposta, Tzitzikostas, ha inquadrato il supporto nell’ambito della cosiddetta Iniziativa di Nicosia per le collettività locali libiche che: “ha saputo creare negli anni una rete capace di attivarsi per l’implementazione di progetti volti allo sviluppo territoriale; ha altresì creato una rete di fiducia tra sindaci e leader regionali europei e libici in grado di cooperare con pragmatismo anche di fronte a situazioni politiche complesse.”.

Copia della richiesta di intervento al Presidente del Comitato europeo delle Regioni era stata consegnata dal Vicepresidente della Regione al Sindaco di Mazara del Vallo, Salvatore Quinci.

Ars, 2.000 euro a ciascuna delle famiglie dei marittimi sequestrati

Il consiglio di presidenza dell’Ars ha assegnato 2.000 euro alle famiglie dei pescatori di Mazara del Vallo sequestrati in Libia. “Questa mattina (ieri per chi legge, ndr) ho sentito telefonicamente tutti i membri del Consiglio di presidenza dell’Assemblea regionale siciliana e abbiamo deciso di deliberare un contributo di 2.000 euro per ogni famiglia dei 18 pescatori di Mazara del Vallo, sequestrati in Libia da oltre un mese”, ha detto il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè. “A questo punto – ha aggiunto – chiedo che il governo italiano si adoperi immediatamente, anche inviando un diplomatico, qualora lo ritenesse opportuno, per ottenere notizie certe sullo stato di salute dei nostri connazionali”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684