Ponte sullo Stretto di Messina, "Il tavolo del Ministero è nullo" - QdS

Ponte sullo Stretto di Messina, “Il tavolo del Ministero è nullo”

redazione web

Ponte sullo Stretto di Messina, “Il tavolo del Ministero è nullo”

lunedì 07 Dicembre 2020 - 00:00

Lo afferma il senatore di Forza Italia Marco Siclari, che ha rivolto un appello alla ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti De Micheli affinché coinvolga le regioni Sicilia e Calabria e i parlamentari dei due territori

“Rivolgo un accorato appello al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, perché valuti che il tavolo di lavoro, tenutosi finora nel suo dicastero con le città metropolitane di Reggio Calabria e Messina, è da considerarsi assolutamente nullo”.

Lo afferma, in una nota, il senatore di Forza Italia Marco Siclari, aggiungendo che il tavolo, “tra l’altro, non ha portato alcun risultato a favore dei territori interessati, così come accaduto negli anni precedenti”.

“La Legge Obiettivo 2001 del Governo Berlusconi – ha aggiunto Siclari – ha finanziato la Salerno Reggio Calabria, oggi completata, e ha dato il via alla realizzazione del Ponte sullo Stretto poi bloccato dalla sinistra che oggi sembra ricredersi. Per discutere seriamente dell’unione tra la penisola e l’isola, problematica risalente a più di un secolo fa, al tavolo ministeriale devono essere coinvolti tutti gli attori istituzionali e tutte le istituzioni competenti per affrontare tecnicamente il problema del se e del come realizzarlo”.

“Al tavolo Ministeriale – ha concluso – è necessario che vengano coinvolte le due regioni, Calabria e Sicilia, nonché tutti i parlamentari rappresentativi del territorio. Ho appena sentito Maria Grazia Grazia Richichi, Sindaco facente funzioni di Villa San Giovanni, la quale mi ha espressa tutta la sua amarezza per la non inclusione nel tavolo e con la quale abbiamo convenuto che ovviamente è fondamentale anche il coinvolgimento della Città di Villa San Giovanni che, assieme alla Città di Messina (presente vista la coincidenza fra rappresentante del Comune e dell’ente metropolitano), subirà l’impatto derivante dalla realizzazione dell’opera e dai tempi necessari per edificarla”.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684