Regione, dirigente Lavoro: "Promuovere lavoratori fascia A e B" - QdS

Regione, dirigente Lavoro: “Promuovere lavoratori fascia A e B”

web-dr

Regione, dirigente Lavoro: “Promuovere lavoratori fascia A e B”

web-dr |
mercoledì 14 Aprile 2021 - 13:31
Regione, dirigente Lavoro: “Promuovere lavoratori fascia A e B”

"Abbiamo l’obbligo di dare loro quella riqualificazione che consentirà di affrontare le nuove sfide che ci attendono per dare risposte immediate ai cittadini"

“Nei prossimi mesi la Regione dovrà dare risposte a una onda d’urto di tanti soggetti che chiederanno lavoro. Ritengo giusto dare merito a quei lavoratori di fascia A e B, su cui è gravata fino a ora gran parte delle attività del dipartimento Lavoro.

Abbiamo l’obbligo di dare loro quella riqualificazione che consentirà di affrontare le nuove sfide che ci attendono per dare risposte immediate ai cittadini”.

Lo ha detto il dirigente generale del dipartimento del Lavoro, Gaetano Sciacca, in un video pubblicato su Facebook nel quale ha elogiato il governo regionale per la stabilizzazione degli Asu chiedendo adesso attenzione anche per il personale delle fasce più basse.

In tutti i centri per l’impiego lavorano circa 1.700 dipendenti di cui quasi 1.200 appartengono alle fasce A e B. Dunque risultano fondamentali per il buon andamento dell’amministrazione e oggi lavorano in sostanza svolgendo mansioni superiori.

Tanto che il Sadirs in un comunicato ha mostrato apprezzamento per le parole del dirigente generale: “L’intervento del direttore – scrive Franco Madonia del Sadirs – lancia assieme all’azione sindacale una campagna di sensibilizzazione del governo Musumeci e della politica siciliana, fuori da logiche demagogiche effimere e populiste, al fine di determinare una politica nuova mirata a risolvere la questione relativa all’efficienza ed efficacia dell’amministrazione regionale. Puntiamo con forza alla riforma dell’ordinamento professionale con il riconoscimento della professionalità e dei titoli dei dipendenti in servizio, peraltro in possesso di un’adeguata conoscenza informatica, e non guardiamo soltanto all’indizione di nuovi concorsi”.

“Al dirigente generale – prosegue il segretario regionale aggiunto del Sadirs – va da parte nostra un sentito ringraziamento per avere posto con puntualità, coraggio e forza la questione. Una presa di coscienza di tutti gli attori interessati può determinare una pressione tale da costringere il governo ad un’azione forte convinta ed altrettanto coraggiosa per una riclassificazione e riqualificazione del personale regionale”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684