Ripresa, Confimprese, sui consumi, “La Sicilia risale la china” - QdS

Ripresa, Confimprese, sui consumi, “La Sicilia risale la china”

Marco Carlino

Ripresa, Confimprese, sui consumi, “La Sicilia risale la china”

mercoledì 09 Settembre 2020 - 00:00
Ripresa, Confimprese, sui consumi, “La Sicilia risale la china”

Con l’anticipo dei saldi all’1 luglio, l’Isola ha evidenziato performance superiori alla media italiana. A segnalarlo è stato il direttore del centro studi di Confimprese, Mario Maiocchi

MILANO – Continua il momento nero dei consumi. Anche nel mese di luglio si conferma il trend negativo del settore, che registra un -27,7% rispetto allo stesso periodo del 2019 e una flessione totale del -40,6% nei primi sette mesi del 2020 sempre rispetto all’anno precedente. Il Sud e le isole si confermano più performanti rispetto alla media italiana (+6 punti), limitando la frenata delle vendite nei primi sette mesi dell’anno a -37,3% (media Italia -40,6%). Si allarga anche il divario tra Sud e Nord-est/Centro che risulta essere addirittura del 10%. Questo è quanto emerge dall’Osservatorio permanente sull’andamento dei consumi nei settori ristorazione, abbigliamento e non food elaborato da Confimprese-EY.

Da segnalare – spiega Confimprese – come Calabria e Sicilia, che hanno anticipato l’avvio dei saldi dell’anno al primo luglio, evidenzino performance mensili significativamente superiori (+10 punti) rispetto alla media italiana: il trend nelle vendite su base mensile risulta però negativo e rispettivamente pari a -14,1% e -16,6%. A livello di province, l’andamento delle vendite marca un andamento simile nelle città di Palermo (-18,9%) e Catania (-17,6%).

“La Sicilia, che aveva chiuso il mese di giugno a -24,8% in linea con i dati negativi della media Italia, è tra le regioni che pur in flessione è riuscita a risalire leggermente la china portando le vendite di fine luglio a -16,6%” – spiega Mario Maiocchi, direttore centro studi Confimprese. “Rispetto al mese precedente ha guadagnato otto punti percentuali grazie principalmente alla partenza anticipata dei saldi”. Maiocchi, inoltre, plaude l’iniziativa della Regione definendola una “saggia decisione che dovendo abdicare alla mancanza del turismo, ha intercettato la voglia degli italiani di ricominciare una vita normale rivitalizzando lo shopping experience nel negozio fisico”.

Nelle altre regioni continua inalterato il primato negativo della Toscana che si conferma la peggiore sia a luglio (-34,6%) sia nei primi sette mesi (-44%), seguita dal Veneto in flessione del 33%, Emilia Romagna e Sardegna (entrambe al 31,1%) Lazio con -31% e Lombardia con -29,4%.

Quanto ai settori merceologici, nel mese di luglio si registrano dinamiche negative nelle vendite generalizzate a tutti i settori: in forte sofferenza abbigliamento e ristorazione con trend mensili rispettivamente di -29,3% e -30%, mentre il cosiddetto settore “non food” contiene la flessione a -9.3 % sullo stesso periodo 2019.

Mantiene numeri positivi, invece, l’e-commerce. A luglio registra su base mensile una performance positiva (+22%), a conferma del fenomeno di digitalizzazione degli acquisti in atto. Ma dall’analisi del mercato online emerge un altro dato significativo: le vendite del canale online hanno si mantenuto standard alti ma hanno registrato anche segnali di rallentamento, riallineandosi a ordini di grandezza pre-lockdown.

Quanto ai canali di vendita fisici, infine, il mese di luglio conferma le macro-dinamiche di giugno: centri commerciali, outlet e highstreet delle grandi città intorno al -32%, meglio le aree periferiche delle grandi città e le città di provincia con -21%. Sempre male il comparto travel, che continua a essere il canale più in sofferenza con un -59%, anche se in leggera ripresa rispetto al -69% registrato in giugno.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684