Drago “Riscossione Sicilia, salvaguardarne le funzioni” - QdS

Drago “Riscossione Sicilia, salvaguardarne le funzioni”

redazione

Drago “Riscossione Sicilia, salvaguardarne le funzioni”

giovedì 10 Dicembre 2020 - 00:01

Presentato un emendamento alla legge di Bilancio. Drago (Pp): “Tutelare prerogative statutarie”

ROMA – La senatrice Tiziana Drago, di Popolo Protagonista, ha annunciato la presentazione di un emendamento alla legge di bilancio – a firma del collega Gianluca Rospi – per tutelare e salvaguardare le prerogative di Riscossione Sicilia attraverso la nomina di un funzionario delegato volto a risanare e riorganizzare la società.

“Nella legge di bilancio è previsto l’accentramento a livello nazionale della gestione di Riscossione Sicilia e con Popolo Protagonista siamo intervenuti per apportare dei correttivi e dei migliorativi per la gestione dell’ente. La Regione Siciliana è già fortemente depauperata in termini di natura fiscale e ricordo, a me stessa e al governo, che ancora non trovano applicazione gli articoli 36, 37 e 38 dello Statuto siciliano in quanto mancano ancora i decreti attuativi”.

“Nella Regione Siciliana, in quanto regione a statuto speciale, è importantissimo mantenere le prerogative in materia di riscossione, e l’emendamento che abbiamo presentato va in questa direzione, con l’intento di migliorare la gestione di Riscossione Sicilia”, ha evidenziato l’onorevole Gianluca Rospi.

“Così – prosegue la senatrice Drago – abbiamo chiesto di provvedere all’individuazione, che dovrà venire congiuntamente tra Regione Siciliana e Agenzia delle Entrate, di un funzionario delegato che dovrà occuparsi per un triennio del riordino della situazione patrimoniale, finanziaria ed economica della società. Per favorire questo processo di integrazione e sostenibilità economica abbiamo chiesto di prevedere un contributo in conto capitale di 300 milioni di euro. In tal modo si potrà procedere al recupero del disavanzo, alla gestione della situazione dei dipendenti e si potranno mantenere le funzioni della società sul territorio”. “Questo atto fa parte di un processo di rivendicazione e tutela che Popolo Protagonista sta portando avanti per la Sicilia, prova ne è la mia battaglia per la legge delle zone franche montane siciliane. Mi aspetterei che tutta la deputazione siciliana alla Camera, al di là del colore politico, possa votare in maniera compatta e favorevole all’emendamento proposto”, ha chiosato Drago.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684