La salsiccia al ceppo di Linguaglossa è nuovo Presidio Slow Food - QdS

La salsiccia al ceppo di Linguaglossa è nuovo Presidio Slow Food

web-mp

La salsiccia al ceppo di Linguaglossa è nuovo Presidio Slow Food

web-mp |
domenica 12 Settembre 2021 - 12:57

La novità consente all'Isola di toccare quota 51 presidi Slow Food e di guadagnare il primato in Italia per numero di presidi

Nasce in Sicilia il Presidio Slow Food della salsiccia al ceppo di Linguaglossa.

La novità consente all’Isola di toccare quota 51 presidi Slow Food e di guadagnare il primato in Italia per numero di presidi.

La salsiccia al ceppo di Linguaglossa, come nasce e come si produce

L’insaccato, lavorato ancora oggi in modo completamente artigianale, riguarda tre paesi del catanese sulle pendici dell’Etna: Linguaglossa, Castiglione di Sicilia e Piedimonte Etneo.

Il prodotto è realizzato lavorando i vari tagli del maiale su un piano di legno, il ceppo, tipicamente di quercia.

Per trattare la carne viene usata una lama chiamata partituri, una sorta di mannaia, con cui si sminuzzano cinque tagli del maiale, la coscia, la pancetta, il lardo, il capocollo e la spalla, sopra il legno di quercia.

La carne macinata viene impastata a mano e condita con sale, pepe nero e semi di finocchietto selvatico raccolto sull’Etna.

Una volta battuta e impastata, la carne viene insaccata in un budello rigorosamente naturale e legata con lo spago, formando corde di salsicce lunghe un paio di metri.

La salsiccia, solitamente viene lasciata riposare una sola notte prima di essere venduta e portata in tavola cotta alla brace o al forno o in padella. Alcuni produttori, prima di commercializzarla, scelgono di farla essiccare per circa tre settimane in un luogo fresco e ventilato.

Il riconoscimento è sostenuto dal Comune di Linguaglossa.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684