Sciopero delle bollette: in cosa consiste e come aderire

Caro energia, arriva lo “sciopero delle bollette”: cos’è e come aderire

web-mp

Caro energia, arriva lo “sciopero delle bollette”: cos’è e come aderire

web-mp |
giovedì 15 Settembre 2022 - 19:37

Decidere di non pagare temporaneamente le bollette è possibile. Lo spiega il Codacons, che da oggi mette a disposizione un modulo per fare richiesta oltre all'assistenza legale agli utenti

Dal primo ottobre si rischia per il gas il “raddoppio delle bollette” e per l’energia elettrica un aumento vertiginoso dei costi. Ci pensa il Codacons, a tutelare i consumatori, offrendo loro assistenza legale agli utenti schiacciati dal caro-energia che vogliono sospendere il pagamento delle fatture.

Sciopero della bolletta, è possibile sospendere i pagamenti, ecco come

Come indicato dal Codacons, gli utenti, a partire da oggi, potranno scaricare sul sito dell’associazione, un modulo da inviare alla propria società di fornitura di gas e luce, in cui si comunica formalmente di essere costretti a sospendere il pagamento integrale della bolletta, provvedendo al pagamento della fattura in modo parziale, versando cioè un acconto pari al 20% della bolletta.

L’iniziativa già diffusa nel Regno Unito

La crisi morde e il costo delle utenze schizza in tutto il continente. Si acuisce la crisi energetica in Europa e il prezzo del gas torna a salire. In difficoltà Germania e Francia, dove per la prima volta i costi dell’energia hanno superato i mille euro per megawattora. In Polonia i residenti sono a corto di carbone, per gran parte importato dalla Russia. Secondo Bank of America, nel Regno Unito le bollette sembrerebbero portare ad un aumento dell’80% e proprio il popolo britannico già nell’agosto del 2022 ha avviato il movimento “Don’t Pay in UK” ossia uno sciopero di massa tra i cui obiettivi primeggia quello di non pagare le bollette.

Codacons, “Ad ottobre previsto un raddoppio delle bollette”

Si presume che dal primo ottobre si registrerà  “un raddoppio delle bollette”: è questa l’allarmante ipotesi avanzata dall’Ircaf (Istituto ricerche consumo ambiente e formazione), guardando alla tendenza dei costi e facendo un confronto con lo stato attuale della situazione (quotazioni di agosto sui mercati all’ingrosso del costo del metano a oltre 200 euro a megawattora e oltre 2 euro a metro cubo; energia elettrica con il prezzo medio unico nazionale a 300 euro a Megawattora) e quella dell’anno scorso (gas mediamente a 125 euro a Megawattora, quando nel 2020 era a 39 euro, e negli anni precedenti mediamente a 60 euro).

In cosa consiste lo “sciopero delle bollette”

Il Codacons lancia un’iniziativa di solidarietà sociale “Pagheremo appena potremo” mettendo a disposizione del consumatore/utente, che vorrà aderire e partecipare personalmente, un modulo da scaricare, compilare in tutte le sue parti e inviare alla propria società di fornitura di gas e/o luce; nella predetta diffida l’utente consumatore comunica formalmente di essere costretto a pagare solamente il 20% dell’importo della fattura in quanto impossibilitato a sostenere l’importo maggiorato delle bollette delle utenze

La legge dalla parte dei consumatori, lo dice la Costituzione

Tutti gli intestatari di una o più utenze luce/gas hanno tutto il diritto di invocare l’applicazione dei principi di correttezza, di buona fede e di solidarietà sociale che indurrebbero il creditore/fornitore/venditore dei servizi luce/gas a rimodulare e ridurre il costo della prestazione e fornitura dei servizi resi all’utente consumatore evitando pertanto di disporre l’aumento delle bollette: da molto tempo la giurisprudenza nell’ambito di una lettura costituzionalmente orientata della normativa sui contratti a prestazioni corrispettive prevede e riconosce l’esistenza di un “dovere di solidarietà” nei rapporti intersoggettivi (articolo della 2 Costituzione).

Ed ancora, l’art. 1256 del Codice Civile, rubricato “Impossibilità definitiva e impossibilità temporanea ad adempiere l’obbligazione”, prevede che se la prestazione diviene impossibile per una causa non imputabile al debitore ed è solo temporanea, il debitore, finché essa perdura, non è responsabile del ritardo nell’adempimento.

Cosa bisogna fare aderire allo “Sciopero delle bollette”

Per partecipare alla presente iniziativa  potrai scaricare, compilare ed inviare la diffida del Codacons – gratuitamente.

Tag:

Articoli correlati

Un commento

  1. Daniele Leoni ha detto:

    Grazie dell’avviso per cortesia inviatemi i moduli da riempire per luce gas elettricità
    Grazie e saluti
    D. Leoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001