Sciopero aerei 8 giugno, voli a rischio anche in Sicilia - QdS

Sciopero aerei 8 giugno, voli a rischio anche in Sicilia

webms

Sciopero aerei 8 giugno, voli a rischio anche in Sicilia

webms |
lunedì 30 Maggio 2022 - 11:59

Ecco le compagnie coinvolte nello sciopero trasporti/aerei dell'8 giugno e le motivazioni. Previsti disagi e ritardi anche in Sicilia.

Previsto uno sciopero nazionale dei trasporti, in particolare degli aerei, il prossimo 8 giugno. Durerà 4 ore (dalle 10 alle 14) e saranno coinvolte diverse compagnie. In quella fascia oraria, quindi, si potrebbero registrare disagi e ritardi per diversi voli in Sicilia come nel resto d’Italia.

L’annuncio dello sciopero è arrivato negli scorsi giorni da Uiltrasporti.

Sciopero aerei 8 giugno: le compagnie coinvolte

“Allo sciopero nazionale di 4 ore del personale di Ryanair, Malta Air, Volotea e Crewlink indetto per il prossimo 8 giugno, si aggiungeranno i piloti e gli assistenti di volo della compagnia Easyjet manifestando con determinazione il loro dissenso contro l’inaccettabile gestione posta in essere dai vertici italiani della compagnia aerea”.

A dichiararlo è la Uiltrasporti, che denuncia l’inadeguatezza delle scelte operate dai manager locali di Easyjet Italia, “incapaci di instaurare un dialogo costruttivo con la rappresentanza dei lavoratori e responsabili di aver alimentato in azienda malcontento, bullismo e inaccettabile peggioramento delle condizioni di lavoro”.

“La reiterata compressione dei diritti fondamentali, i turni di lavoro massacranti e i licenziamenti ingiusti e ingiustificati, finalizzati esclusivamente a creare un clima di terrore e a mascherare strutturali carenze di organici stanno indebolendo una compagnia da sempre considerata modello per la professionalità dei suoi naviganti e la qualità del servizio ai passeggeri”, si legge in una nota del sindacato sulle motivazioni dello sciopero aerei dell’8 giugno.

“Il tutto aggravato da continue cancellazioni di tratte, rotte e attività di volo, causate dalla carenza di organici e da criticità organizzative più volte denunciate, a esclusivo beneficio degli agguerriti concorrenti”.

“È necessario che il management italiano inverta immediatamente la rotta, ritiri i licenziamenti ingiusti e avvii finalmente un confronto con il sindacato. In caso contrario, saremo costretti a portare avanti altre azioni sindacali anche per tutto il periodo estivo”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684