In Sicilia lo sprint sul turismo si corre in sella a una bici - QdS

In Sicilia lo sprint sul turismo si corre in sella a una bici

redazione

In Sicilia lo sprint sul turismo si corre in sella a una bici

Fabrizio Giuffrida  |
mercoledì 27 Aprile 2022 - 06:00

Sono più di un miliardo le ragioni per investire. Un business dall’alto potenziale di crescita: ogni km di ciclovia genera sul territorio 110 mila euro l’anno

PALERMO – La bella stagione è alle porte e ciò significa solo una cosa: il turismo siciliano deve ripartire con forza dopo il biennio di pandemia che ha pesantemente ridimensionato i numeri dell’Isola. Il 2020 è stato senza dubbio il peggior anno della storia moderna della nostra regione: secondo i dati pubblicati dall’Osservatorio turistico regionale, infatti, sono stati registrati 8,5 milioni di pernottamenti in meno rispetto all’anno precedente (6,6 contro 15,1) che hanno significato un colpo durissimo per il comparto.

Il 2021 doveva essere l’anno della rinascita, ma i numeri hanno dimostrato che, seppur in leggero aumento, la strada per uscire da questo periodo così difficile è ancora lunga. Secondo il report Istat sul Movimento turistico in Italia, infatti, nei primi nove mesi del 2021 le presenze dei visitatori negli esercizi ricettivi della Sicilia hanno subito una crescita rispetto al 2020 del +27% (meglio che a livello nazionale, +22,3%) ma restano ben sotto i livelli del 2019: -43,9%.

Anche sul pre pandemia, poi, occorre fare delle precisazioni. Nel 2019, infatti, la Sicilia è stata surclassata, in termini di pernottamenti, dalla Provincia autonoma di Bolzano. Come si evince dall’Annuario statistico altoatesino, sono stati registrati in quell’anno 33 milioni e 684 mila viaggiatori nelle strutture ricettive contro… CONTINUA LA LETTURA. QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI
ABBONATI PER CONTINUARE LA LETTURA

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684