Zona arancione, Sicilia in bilico, zero posti in area medica e 4 di intensive - QdS

Zona arancione, Sicilia in bilico, zero posti in area medica e 4 di intensive

web-mp

Zona arancione, Sicilia in bilico, zero posti in area medica e 4 di intensive

web-mp |
giovedì 13 Gennaio 2022 - 20:04

Per la fondazione Gimbe il passaggio di colore potrebbe avvenire entro fine mese perché "l''enorme quantità di nuovi casi incontrando una popolazione troppo numerosa, sta saturando gli ospedali"

A scandire la marcia verso l’arancione della Sicilia sono i numeri, certificati da fondazioni, agenzie e istituti matematici.

Per la fondazione Gimbe, il passaggio di colore potrebbe avvenire entro fine mese perché “l”enorme quantità di nuovi casi incontrando una popolazione suscettibile troppo numerosa, sta progressivamente saturando gli ospedali”, al netto di un eventuale incremento dei posti.

In Sicilia,138 Comuni già in zona arancione

La Sicilia, di fatto, è quasi tutta in zona arancione. Altri 92 Comuni lo saranno da sabato 15 a mercoledì 26 gennaio. È quanto prevede l’ordinanza appena firmata dal presidente della Regione, Nello Musumeci, su proposta del dipartimento regionale Asoe, per contenere i contagi da Coronavirus nei territori coinvolti. Tra questi tre città capoluogo: Agrigento, Messina e Trapani. 

La matematica a sfavore

Anche per il matematico Giovanni Sebastiani, dell’Istituto per le applicazioni del calcolo ‘M.Picone’ del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) il cambio di colore sarebbe imminente: secondo la sua analisi la Sicilia è al 32,5% per i reparti ordinari e al 19% per le terapie intensive, entrambi in crescita lineare; l’Agenas invece fissa al 33% il tasso di occupazione degli ordinari e al 20% le intensive.

I nuovi casi positivi, in Sicilia, registrano una leggera flessione

Sono 11.354 a fronte di 59.167 tamponi processati, il giorno precedente erano stati 13.048. Il tasso di positività scende al 19,1% ieri era 20,7%. Gli attuali positivi sono 150.466 con un aumento di 9.543 casi. I guariti sono 1.785 mentre le vittime sono 26. Sul fronte ospedaliero sono 1.463 i ricoverati, con 22 casi in più rispetto a ieri; in terapia intensiva sono 163, due casi in meno rispetto a ieri.

Gimbe

Nella settimana dal 5 al 11 gennaio, la fondazione Gimbe, ha registrato una performance in peggioramento per i casi ogni 100.000 abitanti (2.652) ed evidenzia un aumento dei casi del 128,5% rispetto alla settimana precedente. La popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 73,2% (media Italia 79%) a cui aggiungere un ulteriore 4,7% (media Italia 3,8%) solo con prima dose; il tasso di copertura vaccinale con terza dose è del 53,4% (media Italia 61,5%). La popolazione dai 5 agli 11 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari all’1% (media Italia 2,4%) a cui aggiungere un ulteriore 13,5% (media Italia 15,9%) solo con prima dose.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684