Sicilia zona rossa, Confcommercio, "Noi allo stremo, zero aiuti" - QdS

Sicilia zona rossa, Confcommercio, “Noi allo stremo, zero aiuti”

Luigi Ansaloni

Sicilia zona rossa, Confcommercio, “Noi allo stremo, zero aiuti”

mercoledì 20 Gennaio 2021 - 13:35
Sicilia zona rossa, Confcommercio, “Noi allo stremo, zero aiuti”

La Confcommercio Palermo, rappresentata dal presidente Patrizia Di Dio, è durissima nei confronti della gestione dell'epidemia coronavirus da parte dello Stato e della Regione Siciliana

E’ sempre polemica dopo l’entrata in vigore della zona rossa in Sicilia. Alcuni negozi aperti, altri no e a volte è difficile capire i perchè di queste differenze.

Differenze che sfuggono ai commercianti stessi, che più volte hanno protestato contro i vari Dpcm.

La Confcommercio Palermo, rappresentata dal presidente Patrizia Di Dio, è durissima nei confronti della gestione dell’epidemia coronavirus da parte dello Stato e della Regione Siciliana.

“Se dopo un anno siamo messi peggio che a marzo, qualcuno dovrebbe rispondere del perchè – dice -. Inutile dire che siamo allo stremo, e tra l’altro ci è arrivata questa chiusura nei quindici giorni più importanti dell’anno, quella dei saldi.

Non ci sono aiuti, e se ci sono si parla di briciole, ma tutti abbiamo dovuto continuare a pagare Iva e tasse come se nulla fosse”.

Continua la Di Dio: “Ci sono realtà che hanno visto il loro fatturato azzerato del 100%, che non hanno un futuro. Si parla di perdite per otto miliardi di euro. Onestamente non sappiamo quanto questo andrà avanti, e nessuno lo dice con chiarezza.

E’ ovvio che di fronte al bene pubblico, alla salute, è giusto fare un passo indietro, ma qui non si capisce il perchè un negozio rimane chiuso e l’altro no.

La Sicilia tra l’altro dopo la prima ondata di marzo era una sorta di isola felice e con zero contagi, ora abbiamo l’Rt della Lombardia, e nessuno dice il perchè”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684