Sicilia zona rossa, Figuccia, "Chiudere subito tutte le scuole" - QdS

Sicilia zona rossa, Figuccia, “Chiudere subito tutte le scuole”

web-iz

Sicilia zona rossa, Figuccia, “Chiudere subito tutte le scuole”

web-iz |
domenica 17 Gennaio 2021 - 16:17

Il deputato dell’Ars della Lega, Vincenzo Figuccia, interviene sulla decisione del presidente della Regione di mantenere la didattica in presenza per asili, nidi, elementari e prima media.

“Tuttavia – dice Figuccia – a mio parere si tratta di un rosso più pallido pieno di sfumature. Mi chiedo infatti che differenza ci sia tra i docenti della prima media e quelli della seconda media, tra il personale Ata dell’uno e dell’altro ciclo. Per quale motivo viene tutelata la salute di quanti lavorano nelle scuole secondarie di secondo grado e non si tutela invece quella degli operatori degli asili nido? Quale fondamento scientifico teorizza la totale immunità dei bambini rispetto al virus e degli stessi insegnanti che ora come ora lunedì torneranno in cattedra? Non possiamo difendere il diritto alla salute di alcuni e sacrificare quello di altri”.

“Ricordiamo infatti che in Sicilia ci sono 101.786 alunni dell’infanzia, 214.341 alunni della primaria e 145.994 studenti della secondaria di primo grado – continua Vincenzo Figuccia – Per cui chiediamo con urgenza al Consiglio dei ministri di dare ai sindaci, perfetti conoscitori dell’andamento epidemiologico territoriale, la facoltà di stabilire discrezionalmente in ordine all’apertura e alla chiusura della scuola. Rispetto alla situazione palermitana, conseguenzialmente, chiediamo al sindaco Orlando di intervenire senza esitazioni con propria ordinanza per la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado. La farsa di questa zona rosa tiepida e pallida – conclude – deve definire una volta per tutte altrimenti saremo costretti a convivere con il virus ancora per molto tempo”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684