Sicurezza del territorio, cantieri a Troina e Calascibetta - QdS

Sicurezza del territorio, cantieri a Troina e Calascibetta

redazione

Sicurezza del territorio, cantieri a Troina e Calascibetta

venerdì 21 Maggio 2021 - 00:00

La Struttura commissariale contro il Dissesto idrogeologico della Regione ha dato il via libera a due distinti interventi che serviranno a dare risposte ai cittadini dei due centri ennesi

ENNA – Una lunga scia di asfalto sconnesso, diversi muri di sostegno sgretolati, un pezzo di strada sprofondato a valle. La documentazione fotografica allegata al dossier sul quartiere Borgo di Troina non lascia alcun dubbio sui devastanti effetti che una serie di movimenti franosi ha avuto, nel tempo, su questa ampia area della cittadina ennese.

Un versante, quello di Sud-Ovest, caratterizzato da un terreno particolarmente argilloso e, proprio per questo, assai fragile e insidioso. Ritmi serrati, dunque, per gli uffici della Struttura commissariale contro il Dissesto idrogeologico, che fa capo al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. E adesso l’iter per il consolidamento, portato avanti dallo staff diretto da Maurizio Croce, è giunto al traguardo con l’aggiudicazione dei lavori che dovranno mettere in sicurezza la strada comunale che porta in contrada Candela, ma anche il rione Ramususo e il gruppo di case che sorge vicino al corso Enna. A eseguirli sarà la Mammana Michelangelo di Castel di Lucio, che avrà a disposizione un budget di un milione e 545 mila euro.

Oltre a ripristinare gli assi viari danneggiati, saranno costruiti nuovi muraglioni di sostegno, verranno edificate paratie di pali e creati terrazzamenti allo scopo di fortificare e stabilizzare il suolo. A ciò si accompagnerà la realizzazione di una rete di canali per un corretto deflusso delle acque piovane. Tutte opere destinate a coniugare la salvaguardia della pubblica incolumità con quella dell’economia della zona, caratterizzata dalla presenza di tante piccole attività artigianali.

Non si fermano qui, però, le novità sul fronte della messa in sicurezza del territorio provinciale. Un milione e 328 mila euro, infatti, sono stati messi a disposizione per restituire, dopo trentasei anni, a turisti e abitanti di Calascibetta la piena fruibilità del belvedere più suggestivo del paese e consolidare le abitazioni che sorgono ai lati di piazza San Pietro.

Gli uffici di piazza Ignazio Florio, diretti da Maurizio Croce, hanno infatti aggiudicato la gara per consolidare l’imponente costone roccioso su cui poggia una parte dell’abitato. Lì, in quelle case che si affacciano su un’ampia vallata e che sono dislocate tra via Longobardi e via San Matteo, vivono almeno centocinquanta persone. Comprensibile, quindi, che l’accentuata instabilità delle pareti rocciose sottostanti, in una zona ad alto rischio sismico, abbia rappresentato fino ad oggi un motivo di forte apprensione.

Nel 1985 una frana trascinò giù parte dello storico piazzale su cui sorge l’antica chiesa intitolata a San Pietro, con la Torre Normanna che funge da campanile. Tutta l’area restò chiusa fino a quando, nel 2019, alcuni lavori eseguiti dall’Amministrazione comunale consentirono di riaprirla parzialmente. Un’operazione di recupero forzatamente rimasta a metà proprio a causa dei permanenti dissesti del versante sui quali, adesso, si sta finalmente per intervenire.

A eseguire le opere sulle rocce che spaziano per circa ottocento metri, sarà l’impresa friulana Sioss: nove mesi al massimo per disinnescare il pericolo rimasto per tanto tempo in agguato e riportare l’intera zona soprastante al suo aspetto originario.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x