Siracusa, due progetti per riqualificare le periferie - QdS

Siracusa, due progetti per riqualificare le periferie

Luigi Solarino

Siracusa, due progetti per riqualificare le periferie

venerdì 19 Marzo 2021 - 00:00

La Giunta comunale ha approvato due proposte che prevedono la rigenerazione urbana del quartiere Akradina, il recupero della zona del Bosco Minniti e la valorizzazione dell’area archeologica delle Mura di Gelone

SIRACUSA – Due programmi progettuali per riqualificare le periferie di Siracusa. Si tratta delle due proposte, approvate dalla Giunta comunale aretusea, che sono state inviate al Mit (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) per partecipare al bando del “Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare”.

Si tratta di una riserva complessiva di quasi 854 milioni di euro per tutta l’Italia da destinare, tra l’altro, alla riqualificazione e all’incremento del patrimonio residenziale pubblico, alla rigenerazione del tessuto socio-economico, all’incremento dell’accessibilità e della sicurezza dei luoghi per migliorare la coesione sociale e la qualità della vita dei cittadini.

I nomi delle due proposte sono: “Il margine è città: interventi di rigenerazione urbana nel quartiere Akradina” e “Archeologia è città: interventi di rigenerazione urbana sull’intorno delle mura di Gelone”.

Al loro interno è prevista, tra l’altro, la riqualificazione di ben 343 edifici di edilizia popolare che così saranno resi più efficienti e sicuri.

La prima prevede un insieme di interventi nel quartiere di Akradina per 14.997.600 euro. Di questi, 9,3 milioni sono per interventi su immobili di edilizia sociale; 2,16 per la riqualificazione urbanistica tra via Italia e il quartiere Akradina; 1,5 milioni per la trasformazione dell’edificio della circoscrizione in un nodo polifunzionale per attività culturali, sociali e ricreative; infine, 2 milioni per l’acquisizione e riqualificazione della cosiddetta “Casa del pastore”, i resti di un edificio alle spalle della circoscrizione, da destinare a servizi di quartiere.

La seconda proposta si occupa di un’area compresa tra via Antonello da Messina e il Bosco Minniti ma che punta anche alla riscoperta e alla valorizzazione dell’area archeologica delle Mura di Gelone oggi quasi dimenticata. La spesa complessiva prevista è di 13.915.962 euro di cui: 3,86 per l’edilizia sociale e delle aree pertinenti; 1,5 milioni per la realizzazione del Parco archeologico lineare delle mura di Gelone al quale si aggiungerà una promenade nell’intera area che prevede un investimento da 1,7 milioni. Ancora: 972 mila euro per la riqualificazione del Parco vittime della mafia (parco Robinson); 2 milioni per la rifunzionalizzazione di piazza Marcello Sgarlata e dell’area mercatale; 2,8 milioni per la mitigazione del rischio idrogeologico e la riqualificazione delle aree adiacenti all’istituto scolastico “Verga”.

“Nonostante il programma del Mit preveda la possibilità di finanziare una sola proposta per ciascun soggetto, per complessivi 15 milioni di euro – dichiarano il sindaco, Francesco Italia, e l’assessore alla Programmazione delle opere pubbliche, Pierpaolo Coppa – il Comune parteciperà con due distinte idee per un totale di 10 progetti, completi di studi di fattibilità tecnico-economica, che comunque vanno ad arricchire il parco progetti dell’Ente per altri bandi futuri di rigenerazione urbana”.

“Nonostante il poco tempo a disposizione – concludono Italia e Coppa – siamo riusciti a stringere alcuni protocolli d’intesa con attori attivi in città, al fine di promuovere con maggiore efficacia sociale gli interventi previsti, per un impatto più incisivo sulla qualità di vita dei residenti e per sperimentare quell’idea di coprogettazione col terzo settore cara al legislatore europeo e indispensabile per una partecipazione più attiva dei territori”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684