Siracusa, morte Angelo De Simone, c'è un indagato per omicidio - QdS

Siracusa, morte Angelo De Simone, c’è un indagato per omicidio

Web-mp

Siracusa, morte Angelo De Simone, c’è un indagato per omicidio

Web-mp |
martedì 27 Luglio 2021 - 19:52

Secondo l'autopisa De Simone avrebbe subito un'aggressione: trovate lesioni alla nuca, e diverse lacerazioni anche ai genitali. Poi appeso ad un gancio per simulare il suicidio

Arriva una svolta sul caso della morte di Angelo De Simone a Siracusa. Il 27enne trovato impiccato nella veranda davanti alla propria abitazione il 16 febbraio del 2016.

La morte di Angelo De Simone non sarebbe stata un suicidio, un indagato per omicidio colposo

L’ombra del suicidio sembra essere svanita dopo la notizia di oggi secondo cui la Procura di Siracusa ha notificato un avviso di conclusione indagini per omicidio aggravato dai futili motivi in concorso a Giancarlo De Benedictis, siracusano, ritenuto esponente del clan mafioso Bronx, e a Luigi Cavarra, appartenente al clan Bottaro Attanasio poi diventato collaboratore di giustizia, morto tre anni fa.

Secondo il pm Gaetano Bono, che ha diretto le indagini coordinate dal procuratore capo Sabrina Gambino, avrebbero ucciso il 16 novembre del 2016 Angelo De Simone, 27 anni, siracusano, trovato impiccato nella sua abitazione.

La riesumazione del corpo di Angelo De Simone e la sconcertante scoperta dopo l’autopsia

Per due volte la Procura aveva chiesto l’archiviazione, ma per ben due volte la famiglia, rappresentata dall’avvocato David Buscemi, si è opposta presentando delle memorie difensive frutto di attività di indagine.

Il pm Bono ha disposto alla fine del 2019 la riesumazione del cadavere e l’esame autoptico dal quale sarebbe emerso che De Simone avrebbe subito un’aggressione: trovate lesioni alla nuca, e diverse lacerazioni anche ai genitali.

Il giovane De Simone sarebbe stato poi appeso ad un gancio per simulare un suicidio.

Per il movente, sarebbe emersa un’ipotesi sentimentale: De Simone, prima e De Benedictis dopo, avrebbero avuto una relazione con la stessa donna.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x