Carta per la rigenerazione urbana, anche Palermo ha aderito - QdS

Carta per la rigenerazione urbana, anche Palermo ha aderito

redazione

Carta per la rigenerazione urbana, anche Palermo ha aderito

venerdì 10 Luglio 2020 - 03:00
Carta per la rigenerazione urbana, anche Palermo ha aderito

Sono in tutto settanta in Italia le città firmatarie del patto per la ripresa in chiave green. Tra i sette punti in programma nel vasto progetto d rigenerazione urbana ci sono decarbonizzazione, economia circolare e mobilità sostenibile

ROMA – Per far ripartire l’Italia e favorire la ripresa economica post-Covid, da Milano a Palermo già 70 città italiane hanno firmato la Carta per la rigenerazione urbana, un patto per una ripresa in chiave ‘green’ che si articola in sette punti: tra decarbonizzazione, economia circolare, mobilità sostenibile, infrastrutture verdi e lo stop al consumo di suolo, lotta ai cambiamenti climatici, digitalizzazione.

La Carta è stata presentata in occasione della Terza conferenza nazionale delle green city, organizzata dal Green City Network (“rete” promossa dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile) con il Patrocinio dei ministeri dell’Ambiente e della Salute, e con il supporto di Arcadis, Conou e Ecodom. “Nel dibattito e nelle iniziative in corso sulla ripresa economica in Italia, il ruolo delle città è trascurato” ha osservato Edo Ronchi, presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile.

“È invece decisivo un vasto programma di rigenerazione urbana – ha spiegato -in grado di migliorare la qualità ambientale e la vivibilità, di mettere in moto importanti attività economiche e investimenti, anche privati, di aumentare l’occupazione, di rivitalizzare tessuti sociali ed economici locali”. Il documento, a cui hanno aderito inoltre 30 esperti nazionali e internazionali, in sintesi prevede gli obiettivi strategici della rigenerazione urbana secondo il modello delle green city. Quindi definire e aggiornare la strategia comunale complessiva, fermare il consumo di suolo, rendere le città protagoniste della decarbonizzazione. E ancora rendere le città più resilienti di fronte ai cambiamenti climatici individuando e programmando strategie integrate; migliorare la qualità urbana con la tutela della ricchezza dei valori storici e riqualificando gli spazi pubblici; aumentare le infrastrutture verdi che tra l’altro contribuiscono a mitigare il cambiamento climatico e a salvaguardare la biodiversità.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684